Home / Shooters / CS:GO / IEM Season XVI Cologne Stage: La cattedrale è giallonera
XVI Cologne

IEM Season XVI Cologne Stage: La cattedrale è giallonera

Sei formazioni ancora in lizza e una tre giorni in cui soltanto una si siederà sul trono della cattedrale di Colonia.
Le IEM Season XVI Cologne Stage sono state il fulcro del weekend di CS:GO con lo svolgimento delle fasi calde della rassegna.
Sei team arrivati dopo una fase a gironi in cui molte conferme e qualche sorpresa hanno caratterizzato tale step.
Un copione che ha avuto il suo continuo anche in questo ambito, ciò rappresentato dall’uscita di scena anticipata dei Gambit.

I campioni del mondo in carica vengono eliminati nello scontro dei quarti di finale contro i redidivi FaZe Clan.
Uno scontro terminato solo al terzo set, disputato su Inferno, in cui olofmeister e compagni sono rimasti più lucidi rispetto al team russo.
Lucidità persa dai rosso stellati dopo la maratona del secondo set su Overpass vinta da Hobbit e compagni dopo due turni di supplementari.
Nell’altro quarto finale, altro match terminato al terzo set dove le stesse dimaniche dello scontro appena menzionato.
In questo ambito, gli Astralis riescono a strappare il pass per le semifinali dopo l’autentica maratona terminata con la loro affermazione contro i Virtus.Pro su Inferno.

Le due affermazioni hanno generato grosse scorie che hanno zavorrato le performance dei danesi e degli europei nei match valevoli per la finale.
Ciò dimostrato dalle vittoria netta dei Natus Vincere contro i Faze Clan, una pratica che il team liquida agilmente con un doppio 16-7.
Più articolata la vittoria dei G2 Esports che riescono a spezzare la strenua difesa degli Astralis solo alle ultime battute del terzo set su Inferno, conclusa in loro favore per 16-14.

Decisivi gli ultimi round

L’ultimo step delle IEM Season XVI Cologne Stage, si potrebbe riassumere come un monologo visto il risultato al termine della contesa.
Seppur lo score di 3-0 fa pensare ciò, l’affermazione dei Natus Vincere è stata molto più difficile.
Gli ucraini riescono a spuntarla soltanto nelle ultime battute dove i vari parziali (16-11, 16-14 e 16.13) sono la prova di quando visto.
Emblematico è il terzo ed ultimo set disputato su Nuke con in cui i gialloneri, nella prima parte, avevano solo un singolo round di vantaggio (8-7).
Al cambio di lato, S1mple sale in cattedra dove l’MVP della rassegna conduce i compagni di squadra alla conquista della mappa e al ritorno sulla vetta di uno dei principali tornei di CS:GO.  

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

challengers Series 3

Valorant Challengers Series 3 Stage 2: I primi quadri playoff

Dopo una settimana di pausa, tornano la Champions Tour di Valorant con le Challengers Series …