Home / MOBA / Dota 2 / The International 10 Qualifier: Le ultime sei
The International

The International 10 Qualifier: Le ultime sei

Dodici formazioni con il biglietto nei loro bagagli ma il quadro delle qualificate al The International 10 non è ancora completo.
Altri sei pass sono stati messi a disposizione in due settimane di sfide all’interno degli altrettanti  qualifier regionali.
Sei competizioni caratterizzate dall’elevato tasso tecnico delle formazioni presenti, esempio sono le cronache del qualifier dell’Europa Ovest.

La zona occidentale del vecchio continente presentava ai bocchi di partenza formazioni del calibro di Team Liquid, Team Nigma e OG.
Tre compagini che possono ambire a vette più importanti e che, assieme ai Tundra Esports, hanno caratterizzato tale scenario.
Un ultimo biglietto in cui le quattro formazioni sopracitate hanno battagliato colpo su colpo regalando sfide senza esclusioni di colpi.
Esempio è l’ultimo atto di questa rassegna in cui a sfidarsi per l’accesso in Romania sono i Tundra e gli OG.
Le due compagini hanno lottato sino all’ultimo set, buttando sul terreno sino all’ultima goccia di sudore.
Contesa che trova il suo culmine nel tiebreak in cui la fame e la voglia di riconferma di Topson e compagni sono stati fattori decisivi.
Trenta minuti dove i due volte vincitori del mondiale impongono il loro ritmo per poter accedere allo stage di Bucarest.

Conferma con sofferenza, invece, nel qualifier riservato alle formazioni dell’Europa Est e dell’area CIS.
I riflettori su tale scenario erano rivolti al Team Spirit, roster giunto alle porte dei fantastici dodici.
Collapse e compagni arrivano all’ultimo atto senza subire sconfitte, questo sino alle ultime fasi dove i Dragoni hanno affrontato la sorpresa Team Empire.
Ultimo atto che, anche in questa occasione, è terminata al quinto e decisivo set dove gli Spirit riescono a conquistare il pass dopo 40 minuti di match.

Gli altri scenari

Conferme e novità per i restanti quattro biglietti verso il The International 10 che si disputerà in Romania ad Ottobre.
Rassegne in cui lo scenario principale è stato il Sud East Asiatico con tre formazioni di prima fascia a lottare per il posto al Mondiale.
TNC Predator, OB Esports e Fnatic erano le favorite per tale onore, un premio andato in favore dei ultimi citati.
Raven e compagni conquistano il pass contro i Predator dove, anche in questo caso, il tiebreak è stato decisivo per l’accesso alle finali.

Nelle restanti competizioni, affermazioni per gli Undying in Nord America, per gli SG e-sports in Sud America e per gli Elephant in Cina.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Players Cup

Pokemon Players Cup IV: Affare latino americano

Una nuova stagione di Pokemon si è chiusa lo scorso fine settimana con le Players …