Home / Esport / Valorant Champions Tour 2021: Le sette regioni
Challengers

Valorant Champions Tour 2021: Le sette regioni

Un weekend ricco di tornei all’interno del circuito Challengers Series delle Champions Tour 2021 di Valorant.
Sette le regioni che hanno aperto le danze della loro sessione di Regional che condurranno i vincitori dei vari Masters in Islanda.
Un lungo viaggio iniziato nella giornata del 9 Aprile in cui con palcoscenico principale il vecchio continente.
Europa, Russia e Turchia hanno emesso le prime promozioni verso le Challengers Finals, prima anticamera per i Masters regionali.
In questo ambito, le sorprese non sono mancate come, ad esempio, la non qualificazione degli Acend.
I vincitori del primo Masters europeo escono di scena al primo turno dopo la sconfitta per 2-1 contro i Ninjas in Pijamas.
Caduta che per BONECOLD e compagni, può trovare riscatto nel secondo Challengers, previsto nel weekend in arrivo.

A conquistare, invece, l’accesso diretto alle sono stati i FunPlus Phoenix e i Guild Esports, le quali hanno sconfitto i sopracitati Ninjas e gli Opportunists.
I due team hanno battagliato per il primo titolo di questo nuovo ciclo dove a spuntarla sono stati i FunPlus con un netto 3-0.

Sorpresa anche in Russia dove i campioni in carica dei Gambit falliscono il primo appuntamento.
Il team biancorosso esce sconfitto al primo turno dai CrowCrowd col punteggio di 2-0, risultato che permette ai corvi il passaggio al Challengers 2.
Palcoscenico russo che vede l’incoronazione, in questo ambito, dei ForZe come primi campioni.
Coffee e compagni hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per spuntarla sui sopracitati Crow.
Un 3-2 in loro favore terminato con una furente battaglia su Icebox, conclusa dopo due supplementari sul 15-17.

Conferme invece in Turchia dove Futbolist ed Oxygen si sono guadagnati agilmente il passaggio in finale.
Primo titolo turco della sessione andato in favore dei campioni in carica dei Futbolist, ottenuto con un netto 3-0.

Il nuovo continente

Nord America, Latin America Nord e Sud sono state le regioni protagoniste delle rassegne all’interno del nuovo continente.
Rassegne in cui, assenze e prestazioni non conformati di formazioni candidate al passaggio del terno, hanno permesso ad altre formazioni di poter avanzare.
Dimostrazione di ciò è la non partecipazione dei Sentinels nella torneo nordamericano, i campioni in carica sono ancora alle prese con la vicenda Sinatraa.
Oltre a loro, si registrava l’assenza di formazioni del calibro di FaZe, Gen.G e Luminosity Gaming.

Elementi che hanno permesso a team di seconda fascia di poter accedere allo stage finale, come ad esempio gli Version1.
La formazione guidata da Vanity raccoglie il quarto posto, ultimo utile per l’accesso a tale ambito.
Privilegio ottenuto anche da parte degli Immortals, XSET e 100 Thieves, queste ultime protagoniste del match per il titolo.
Sfida equilibrata e combattuta, risolta solo nei vari finali di set dove, a spuntarla sono i ladroni col punteggio di 3-1.

In Sud America, l’assenza degli Australis (LAS) e l’ottavo posto dei LDN Esports (LAN) ha spalancato le forte della finale alle formazioni più forma del panorama.
Nel versante settentrionale della zona latino-americana, passaggio del turno ottenuto dai LAZER ed gli Infinity Esports.
Nel lato meridionale, invece, a staccare il pass sono i KRU Esports e gli 9z Team.

Chiusura in Giappone

Il Giappone è l’ultima tappa di questo viaggio all’interno delle sette regioni ad essere presenti in questo fine settimana.
In questo contesto, i campioni uscenti dei Crazy Raccoon svolgono il loro compito ottenendo l’accesso alla seconda fase.
Pass conquistato attraverso il secondo posto nel girone B, vinto dagli Absoulte Jupiter.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

FIBA Esports Open

FIBA Esports Open III: La prima sessione del 2021

Le FIBA Esports Open ritornano in scena con la terza edizione assoluta e la prima …