Home / Esport / SC2 IEM Katowice 2021: Scrivere la storia
Katowice 2021

SC2 IEM Katowice 2021: Scrivere la storia

Vincere in titolo mondiale è una storia raccontata da pochi, vincere battendo quattro coreani e interropendo la loro egemonia, fa diventare tutto ciò leggenda.
Questo è stato il percorso di Riccardo “Reynor” Romiti, il prodigio del Team Qlash, diventato il nuovo campione del mondo.
Il toscano ha chiuso una lunga dinastia che era presente in quel di Katowice dove la bandiera coreana sventolava dal 2011.
In un anno, in cui Blizzcon ha rinunciato a disputare i mondiali, il palcoscenico polacco rappresentava il culmine di una stagione che, per molti, è stata travagliata.
Come per tanti eventi, anche l’IEM Katowice ha subito subire le conseguenze dell’emergenza coronavirus, portando il tutto sulla piattaforma online.
Un percorso, quello di Romiti, iniziato in maniera ottimale ottenendo la qualificazione ai playoff dopo il secondo posto nel girone C.

La seconda fase rappresenta l’inizio della storia di Romiti, quella che trasforma il mito in una leggenda.
Un racconto fatto di sconfitte e rimonte, costellato da un serie di 3-2 sui vari rappresentanti di Seoul.
Stats, Dark e Maru, tre dei migliori protagonisti della scena, cadono sotto i colpi del genietto toscano.
Una corsa verso la finale in cui ad incrociare le lame con lo zerg e il protoss Zest, unico giocatore ad averlo sconfitto nella prima fase.

Tempo di rivincita

Ultimo atto del torneo di Starcraft 2 all’interno delle IEM Katowice 2021 in cui lo scontro zerg contro protoss ha fatto da cornice.
Contesa in cui il tira e molla tra i due avversari era continuo con attacchi e contro risposte che sono al centro della sfida.
Match che trova il punto di svolta nella sesta mappa (Pillars of Gold) in cui Reynor rompe gli indugi.
Con la sua armata riesce dapprima a distruggere l’ostica linea difensiva protoss per poi iniziare la conquista delle basi.
Una lunga marcia che porta Zest ad alzare bandiera bianca e concedere il titolo di campione del mondo all’italiano.

Una vittoria, come detto in precedenza, di valenza storica, ciò sottolineato anche da Michael Blicharz, il gran capò della parte Esports di ESL.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Roland

Roland Garros eSeries by BNP Paribas: Arriva la quarta edizione

La versione videoludica del più importante torneo tennistico sulla terra rossa sta per fare il …