Home / Esport / ESPN Esports: La caduta di un colosso, Un faro che si spegne
ESPN Esports

ESPN Esports: La caduta di un colosso, Un faro che si spegne

Scrivere di Esports e del suo universo comporta un lavoro dietro le quinte di tutto rispetto tra seguire gli eventi e trascriverli su carta (virtuale).
Siti di caratura internazionale sono di grande aiuto nella ricerca di notizie, un serbatoio sempre verde su cui appuntare e creare discussioni.
Purtroppo, come sta avvenendo in altri settori, l’editoria, colpita da una crisi di lettori sempre più orientato verso nuovi format, sta subendo le conseguenze della pandemia coronavirus che ha investito il mondo.
Una situazione che ha portato varie grandi case a ridurre il personale o a chiudere parti o l’intera sezione di un proprio ramo editoriale.
Ultimo esempio cronologico è quello che sta avvenendo negli States con la Disney che ha deciso di mettere la parola fine ad ESPN Esports.

La sezione esportiva del popolare network americano dedicato allo sport cesserà le proprie funzioni nel Gennaio 2021.
Uno smantellamento iniziato in queste giornate in cui ESPN ha subito un taglio di 500 impiegati tra licenziamenti e posizioni divenute vacanti.
Un taglio, generato dalla “tempesta COVID” che ha colpito in misura maggiore ESPN Esports, il quale ha visto la dipartita di nomi storici del sito.
Da Jacob Wolf a Emily Rand passando per editor video e montatori, tante personalità che hanno visto la nascita e la crescita del popolare portale.

Nato nel 2016, ESPN Esports è divenuto un faro nel mondo mediatico esportivo, grazie anche alle coperture di grandi eventi quali Worlds o Overwatch League.
Una luce che lentamente si sta spegnendo con la chiusura dei vari account social e che troverà la sua parola fine all’alba dell’nuovo anno.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Rage

RAGE GBVS Winter 2020: Spazio alla nicchia dei picchiaduro

Il movimento competitivo dedicato ai picchiaduro ha vissuto un 2020 tra la stasi e lenti …