Home / Esport / Red Bull Factions 2020: Il ritorno col nuovo format
Week 3

Red Bull Factions 2020: Il ritorno col nuovo format

L’emisfero internazionale di League of Legends si prende una pausa con l’inizio della fase che ci porterà alla stagione 2021.
In questo contesto, le varie competizioni di respiro nazionale trovano spazio in questa finestra temporale.
Tra le varie competizioni messe in atto in questi giorni,  la scena italiana è in piena fibrillazione con vari tornei di vario respiro.
Una di questi è il Red Bull Factions 2020, la rassegna organizzata da Red Bull in collaborazione, quest’anno, con il Team Qlash.

Per la nuova edizione di questa rassegna, gli organizzatori hanno cambiato il format che era presente lo scorso anno.
Addio al sistema Tower che ha caratterizzato la scorsa stagione e ritorno al formato girone con finale per le prime due della classifica.
Altra novità è la possibilità di scegliere due fazioni rispetto alla singola più champ di nessuna nazionalità della scorsa annata.
Una competizione in cui le sei formazioni partecipanti sono arrivate attraverso due sessioni di qualifiche.

Il debutto della Red Bull Factions 2020 ha avuto come match principale lo scontro diretto tra due delle favorite alla vittoria finale.
Mkers e NotATeam è stato un monologo a tinte blue navy dove il team romano ha imposto il proprio dominio.
Quasi ventisette minuti di gioco in cui a risplendere più di tutte è la stella di Four, il jungler bulgaro è stato l’autentico mattatore della sfida.
Una Evelynn da 13/1/7 e un 90.9% di kill partecipation, una prestazione magistrale degna di ottenere l’MVP della sfida

Le altre sfide

Il Red Bull factions 2020 si è aperto con la sfida che vedeva affrontarsi i CyberGround Gaming e gli GG&Beer.
Un match molto sanguinolento con quarantatré uccisioni in ventisei minuti di sfida dove ad emergere sono i secondi.
Un 30-13 di dominio puro con Dehaste trascinatore del team con una Orianna d’applausi.
Una prestazione sublime per il croato, conclusa con un KDA pari a 11, una vittoria per i Beer che si candidano come mina vagante.

Ultima partita di giornata ha visto affrontarsi i GoSkilla e gli Outplayed, in un match molto più equilibrato rispetto alle altre.
Una contesa conclusa dopo trentacinque minuti dove la conquista del baron ha permesso agli OP di aprire la base avversaria.
Un push decisivo guidato dalla coppia Nazgul/Triestino, la quale hanno suonato la carica verso il successo al debutto.

Le Red Bull Factions 2020 torneranno Mercoledì 11 Novembre con una Week 2 che vede come match clou lo scontro al vertice trai GG&Beer e gli Outplayed.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Rage

RAGE GBVS Winter 2020: Spazio alla nicchia dei picchiaduro

Il movimento competitivo dedicato ai picchiaduro ha vissuto un 2020 tra la stasi e lenti …