Home / Esport / Italian Esports Awards 2020: I cinque vincitori
italian Esports Awards 2020

Italian Esports Awards 2020: I cinque vincitori

Il Round One è stata la prima grande vetrina in cui l’industria Esports Italia si è messa in mostra sul palcoscenico internazionale.
Occasione in cui, IIDEA e Pro Gaming hanno fornito un quadro rassicurante sullo stato di salute dell’ecosistema nazionale.
Evento, svolto nella giornata di ieri, che ha avuto la sua conclusione con la cerimonia di premiazione degli Italian Esports Awards 2020.
Le migliori eccellenze della scena nazionale sono state incoronate in questa seconda edizione, tenutasi a Riva del Garda ed in osservanza delle norme anti Covid.
Cinque le categorie presenti in questa edizione, ognuna delle quali aveva con sè un lotto di cinque candidati.

Italian Esports Awards 2020 che ha avuto come protagonista principale il Team Qlash di Luca Pagano.
il sodalizio trevigiano ha ottenuto i successi come Best Team e Best Player attraverso Riccardo “Reynor” Romiti.
Le vittorie dei propri team o giocatori in vari titoli e la forza presenza nelle community di mezzo mondo sono stati i fattori che hanno portato il raggiungimento di tale onorificenza.
A ciò si aggiunge la stagione trionfante di Reynor all’interno di Starcraft 2, dove da golden boy è diventato uno dei re del titolo Blizzard.

League of Legends di Riot Games vince il titolo come miglior Best Game, il MOBA certifica la sua popolarità nella community italiana.

Il decano e il creatore

Best Caster e Best Content Creator hanno completato il quadro degli Italian Esports Awards 2020.
Nella prima categoria il premio va al decano della scena nazionale ossia Simone “Akira” Trimarchi.
Pionere dei primi anni, Akira sta vivendo una seconda giovinezza attraverso il ruolo di caster all’interno delle EVC di ESL italia.

Nella seconda invece, affermazione per Giorgio “Pow3r” Calandrelli dei Fnatic che ha vissuto una stagione memorabile.
L’approdo nel sodalizio arancionero collegato al suo essere polivalente hanno condotto il popolare giocatore/streamer a raggiungere tale onorificenza.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Central America

CPT Online 2020 – Central America S2: Mena comes back

L’America Latina chiude il suo ciclo di stage all’interno della Capcom Pro Tour 2020 Online …