Home / Shooters / Call of Duty / CoD League 2020 Week 12: Problemi sotto il Big Ben
Week 12

CoD League 2020 Week 12: Problemi sotto il Big Ben

Penultima settimana delle CoD League 2020, il primo campionato del nuovo format per il titolo Activision/Blizzard.
La week 12 prende le veci della tappa che si doveva svolgere a Londra dove, anche in questo caso, non sono mancati i problemi.
Primi fra tutti ciò che è capitato a Seattle Surge nel terzo set nella sfida contro i padroni di casa dei Royal Ravens.
In vantaggio per 60-37 in modalità Hardpoint, Josiah “Slacked” Berry subisce una disconnessione dal server che ha impedito di far disputare il proseguo del set.
Evento che ha portato i londinesi a vincere la mappa e il match per 2-1 con proteste vibranti da parte dei Surge,

Lamentele che hanno trovato risposta da parte degli organizzatori i quali hanno deciso per la non ripetizione del set.
L’errore da parte di Slacked è stata alla base di tale decisione da parte di Activision/Blizzard.

Week 12 in cui Empire e Mutineers scrivono la parola fine al discorso qualificazione ai playoff nelle prime quattro posizioni.
L’assenza dei Faze e Huntsmen e i soli dieci punti ottenuti dai Sublimers permettono alle due sopracitate di ottenere tale pass.
Empire che completano tale stage nel migliore dei modi conquistando il terzo successo stagionale.
La formazione di Dallas ottiene tale affermazione in maniera agevole attraverso un doppio 3-0 ottenuto nello scontro diretto coi Mutineers e nella finale contro i Legion.

Vittoria che consente a Clyster e soci di salire in seconda piazza e tenere aperta la corsa verso le due posizioni che consentono il bye ai turni successivi.
Il distacco dai Faze primatisti e di soli 30 punti e con l’ultima settimana in cui le quattro formazioni saranno presenti.

Parentesi Challenge

Come di consueto, la settimana di CoD League inizia con la parentesi dedicata ai tre campioni che compongono la Challenge League.
Settimana che fornisce l’ulteriore conferma dei Renegades in APAC, il ritorno al successo del team Academy di Faze in NA e la sorpresa Connect 5izzle in Europa.
In questo ultimo contesto, la formazione guidata da MadCat riesce a bloccare la marcia trionfante del Team WaR.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

nazioni

La crescita della IESF: In arrivo altre cinque nazioni

Continua il percorso di crescita e rivoluzione in questo 2020 molto movimentato della IESF. Tra …