Home / Esport / The Race Esports All Star Battle Season 3: This is the end
Race All

The Race Esports All Star Battle Season 3: This is the end

Il palcoscenico sulla terza ed ultima stagione delle The Race Esports All Star Battle si è chiuso lo scorso weekend.
La parola fine sul circuito di Le Mans di una competizione iniziata in sordina come evento benefico e che è divenuto uno dei principali eventi in questo periodo.
Tre campionati ancora in essere per decidere gli ultimi campioni di questa competizione che, come di consueto, inizia con la Pro Racing.

La sfida per tale corona sembrava essere un discorso tra il leader di classifica Canapino e i suoi unici inseguitori ossia Van Ultert e Dillmann.
Invece, la formula dei doppi punti nell’ultima mance ha ribaldato completamente la situazione con un nuovo protagonista che realizza il colpo gobbo.
Si tratta di Olivier Rowland, il pilota di Formula E realizza una doppietta fondamentale che permette di guadagnare 150 punti.
Un bottino che, grazie all’assenza di Van Ultert, al terzo posto in gara 1 di Canapino e al quinto di Dillmann in gara due, permette al britannico tale conquista.
Rowland batte l’argentino di un solo punto sull’argentino e di trentasette lunghezze su Dillmann.

L’olandese alla corte francese

La categoria dedicata ai piloti senza contratto con team ufficiali, ovvero la Sim Racing, registra un’altra rimonta con relativo cambio in vetta alla classifica.
Il leader Liam de Waal incappa in una giornata nera dove il ventunesimo e il quinto posto nelle due manche sono insufficienti per mantenere la vetta.
Di tale situazione ne approfitta il connazionale Yuri Kasdorp che con due ottimi piazzamenti,(4° e 2°) balza in testa e ottiene il titolo.
Una vittoria che consente all’olandese di spiccare il colo verso nuovi orizzonti visto il suo recente acquisto da parte della R8gesports, team esports di Romain Grosjean.

Legends Colombiana

L’ultimo atto assoluto delle The Race Esports All Stars Battle è la gara dedicata alle Leggende dell’automobilismo.
Anche in queste latitudini si registra un cambio al vertice, molto più sorprendente rispetto alle due sopracitate.
Fernando Alonso, leader stagionale, aveva messo una grossa ipoteca sul titolo con la vittoria di Gara 1 e l’undicesimo posto contemporaneo di Juan Pablo Montoya.
Una pratica da sigillare ma, il ritiro in gara 2 permette al colombiano (4°) di ottenere i punti necessari per la conquista del titolo.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Winter Masters

SC2 DH Masters Winter 2020 Week 1: I primi nomi

Il circuito Dreamhack di Starcraft 2 ritorna in scena con il terzo stage del 2020 …