Home / Esport / La rinascita del Netvana ferito parte dalla raccolta fondi
Netvarna

La rinascita del Netvana ferito parte dalla raccolta fondi

La pandemia coronavirus ha fermato la quasi totalità delle attività economiche italiane, comprese le Sale LAN sparse sul territorio
Una di queste rappresenta uno dei tanti fiori all’occhiello della community videoludica romana, si tratta del Netvana.
Aperta nel 2010, la sala situata nel quartiere Portuense è diventata negli anni una delle principali mete per gli amanti del gaming.
Un progetto nato da Gianluca Tonelli che rischia di andare in fumo per la scelleratezza di alcuni che violano le disposizioni di questo periodo
Nella giornata del 9 Aprile, la sala è stata vandalizzata nonché subito il furto di tutte le postazioni presenti nel locale

Un duro colpo per la realtà romana che vede bruciare gli sforzi di anni di sacrificio e lavoro a causa delle di tali azioni.
Ciò poteva rappresentare la fine di un piccolo gioiello ma questo capitolo non è giunto grazie anche alla tenacia di Tonelli.
In queste ore è stata arrivata una raccolta fondi per permettere al Netvana di poter riacquistare lo splendore di un tempo.
Al momento dell’apertura di tale attività sono stati raccolti 3889 €, un piccolo traguardo che rappresenta l’inizio della rinascita.
Per poter donare e aderire alla campagna, vi lasciano il link della raccolta che si sta svolgendo su GoFundMe.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Continental Series

PUBG Continental Series: Il secondo stage

Secondo stage per le Continental Series di PUBG, la più importante competizione legata al titolo …