Home / Esport / Everybody Plays Home Part II: Crazy suona due volte
Plays Home

Everybody Plays Home Part II: Crazy suona due volte

Continua la mappa d’avvicinamento alla prossima eSerie A, il campionato videoludico dedicato al massima rappresentazione del calcio nazionale.
Dopo il torneo a 10 squadre, la Everybody Plays Home torna con la parte 2 con un quadrangolare tra alcuni dei migliori talenti del panorama nazionale.
Fiorentina, Genoa, Inter e Roma si sono sfidate nella giornata di ieri aumentando ulteriormente il carico in vista della competizione principale.
Torneo che  inizia con una prima fase di riscaldamento per decidere gli accoppiamenti delle semifinali dove la Roma, con tre vittoria, ottiene la possibilità di scegliere il suo avversario.
Scelta che ricade sulla Fiorentina mentre ,Genoa e Inter si scontrano per l’altro posto nell’ultimo atto del torneo.

La prima semifinale vede un solo protagonista in campo e si tratta del polacco Damie, il quale veste i colori giallorossi.
Un complessivo 4-1 permette al giocatore della Roma di battere Giovhy della Fiorentina e di qualificarsi per la finale.

Nell’ultimo atto, il polacco ha dovuto affrontare Crazy_Fat_Gamer, il quale ha sconfitto ai rigori Gabry del Genoa.

Ancora lui

L’ultimo atto del Everybody Plays Home Part II è stata una sfida equilibrata dove il punto di svolta si è avuto nelle ultime battute della partita di ritorno.

Finale indirizzata verso Roma con Damie che vince il primo match grazie al gol di Eusebio al nono minuto.
Uno svantaggio che Crazy riesce a recuperare nel primo tempo della seconda partita grazie al gol di Messi al 41esimo.
Da quel punto, il giocatore della Roma scompare dal palcoscenico fornendo al nerazzurro di realizzare una seconda recita vittoriosa.
Un uno-due firmato da Saint Maximin ed Eusebio permettono all’Inter di conquistare il secondo torneo consecutivo di questa fase preparatoria.

La EveryBody Plays Home tornerà Domenica 5 Aprile alle ore 16.00 con la Parte 3, dedicata al primo torneo di eFootball PES.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Champions Tour

Champions Tour: Il programma esport di Valorant per il 2021

Le Ignition Series e le prossime First Strike hanno fatto in modo che Valorant possa …