Home / MOBA / Dota 2 / WePlay! Bukovel Minor: il ritorno dei campioni
Bukovel

WePlay! Bukovel Minor: il ritorno dei campioni

Il Dota Pro circuit ritorna in scena con il secondo Minor stagionale disputato in Ucraina dove la cittadina di Bukovel ha ospitato il WePlay! Minor.
La rassegna ucraina ha offerto spunti interessanti vista anche la posta in palio in gioco con un posto al prossimo Major per il team vincitore.
Otto i team presenti, arrivati attraverso le qualifiche regionali, dove tra i vari nomi vi sono anche i Nigma ossia gli ex Team Liquid, campioni del mondo nel 2017.

La campagna di Kuroky e compagni inizia con un intoppo che poteva portare all’eliminazione anticipata ossia la sconfitta per 2-1 contro i Fighting Pandas al primo turno del girone B.
Una sconfitta servita come fonte di reazione vista la qualificazione alle semifinali ottenuta attraverso il match decisivo proprio con gli stessi Pandas per 2-1.

Un nuovo inizio

Una prima parte movimentata per i Nigma, la quale sarà il canovaccio anche nelle fasi successive con un comun denominatore chiamato Royal Never Give Up.
Il team cinese saranno gli antagonisti principali del team europeo, i quali accedono all’ultimo atto della contesa solo attraverso il Lossers Bracket.
Sconfitti dai RNG, i Nigma eliminato dapprima i Gambit e infine i filippini Geek Farm, due vittorie per poter ottenere la rivincita.
Una finale durata oltre le tre ore con il record di 80 minuti nel secondo set, una sfida in cui gli europei salgono sul gradino più alto .
Un 3-1 fatto di rimonta con Miracle protagonista assoluto della sfida, il palestinese giordano con passaporto polacco con le sue ottime prestazioni nel secondo e terzo set porta i compagni di squadra al primo successo assoluto in questa nuova avventura.

La classifica

Dopo il Bukovel Minor, la classifica del Dota Pro Circuit non vede variazioni di rilievo con Fighting Pandas e Gambit nuove entrate nelle magnifiche dodici.
Una classifica che subirà stravolgimenti con l’arrivo della DreamLeague Season 13 di Lipsia che si svolgerà a partire dal prossimo 18 Gennaio.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

eEuro 2020

eEuro 2020: Definiti i gironi di qualificazione

Il 2020 esportivo dedicato al mondo del calcio entra nel vivo, FIFA e eFootball PES …