Home / Esport / I’m shipping up to Boston: DragonEddy vola agli Uprising
DragonEddy

I’m shipping up to Boston: DragonEddy vola agli Uprising

I Dropkick Murphys cantavano di un marinaio che si stava imbarcando per Boston, un viaggio che ben preso sarà intrapreso anche da Edmondo “DragonEddy” Cerini.
Il cielo della città sull’Atlantico tra il verde dei Celtics e il blue navy dei Patriots si tinge di azzurro d’Italia con l’acquisizione dei Boston Upsiring del tank della nazionale azzurra.
Per Edmondo non sarà il debutto nella Overwatch League ma sarà il primo italiano ad approdare all’interno di una franchigia del più importante campionato dedicato al titolo Blizzard.
La prossima stagione  Eddy sarà impegnato all’interno del team Academy degli Uprising, impegnati all’interno delle Overwatch Contenders Nord America Est.

Crescita verso gli States

Il percorso di Dragoneddy è stato di continua crescita in quale si + messo in mostra nelle competizioni di club che in quelle con la nazionale.
I primi bagliori arrivano il 2018 e il 2019 con le vittoria dell’Assembly Winter e il piazzamento sul podio nella stagione 3 delle Contenders europee.
Con la nazionale azzurra vanta due presenze nella Overwatch World Cup , inserito nel roster principale sia nel 2018 che nel 2019.
A Boston, Cerini troverà una vecchia conoscenza dell’Overwatch italiano, si tratta del francese  Valentin “Ascoft” Wulfman, ex support degli HSL Esports.
Il transalpino, dopo l’esperienza da giocatore, ha deciso di intraprendere la carriere d’allenatore dove a Beantown sarà assistant coach di Mineral.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Italian Esports

Italian Esports Awards 2020: Le nomination

Il Round One, evento realizzato da IIDEA e Pro Gaming, sta per arrivare e con …