Home / FGC / Dead or Alive / Ultimate Fighting Arena: Parigi vale un ring
Ultimate Fighting Arena

Ultimate Fighting Arena: Parigi vale un ring

L’ottobre dei picchiaduro inizia col botto con l’Ultimate Fighting Arena di Parigi, la rassegna il cui montepremi generoso ha richiamato l’attenzione di molti giocatori. Ben 11 i tornei in programma, di cui cinque facenti parte dei vari circuiti competitivi.

La due giorni parigina inizia in maniera egregia per i colori azzurri per merito di Andrea “Crathen” Cavalieri in Mortal Kombat 11. Al rientro dopo un periodo passato principalmente all’interno della scena nazionale, Crathen conquista un ottimo terzo posto, sconfitto soltanto dai due finalisti ossia DizzyTT e VideoGamezYo.
Una finale inglese dove a spuntarla è stato il secondo, capace, con Nightwolf, di resettar il match sul 3-1 per poi neutralizzare definitamente la Sonya nemica col medesimo risultato.

Nell’altra finale di giornata, successo per XCaliburBladez nel torneo di Dead or Alive 6 valevole per il World Championship, in cui il nativo di New York sconfigge in finale il connazionale Siologica.

Il ritorno del samurai.

La seconda giornata dell’Ultimate Fighting Arena si tinge d’azzurro all’interno del Torneo di Tekken 7 valevole come Dojo96+ per merito di Shimon “Tissuemon” Kawaii. Il nippo-italiano dei CyberGround Gaming ritorna al successo internazionale dopo le due affermazioni nei vari Dojo di Milano.
Un percorso netto per Shimon, capace di battere sia una delle sue bestie nere, il britannico Asim, che per due volte il koreano Kkokoma. Emozionante l’ultimo atto del finale: il rappresentante dei Talon Esports, con Dragunov e Kazumi, riesce a resettare ed arrivare ad un passo dalla vittoria nel quinto e decisivo set.
Tissuemon, con pochi HP, riesce dapprima a portare il tutto sul final round per poi vincere al fotofinish in quello che può essere candidato a match dell’anno.

Le altre finali

Nelle altre finali delle competizioni più importanti dell’Ultimate Fighting Arena si registrano affermazioni importanti, in primis quella di MkLeo su Smash Bros: Ultimate.
Il messicano degli EchoFox espande il suo dominio anche in terra francese vincendo sia in doppio (con il tedesco Longo) che in singolo. Nella finale, il Joker latinoamericano ha sconfitto il Wario del beniamino di casa Glutonny per 3-0 dopo che quest’ultimo è riuscito a conquistare il reset con lo stesso risultato.

Ritorno alla vittoria invece per Punk su Street Fighter V: Arcade Edition, valevole come tappa ranked. Dopo un’estate d’alti e bassi, l’americano ritrova il successo a distanza di tre mesi (DreamHack Dallas) rafforzando la sua terza posizione in classifica.
In finale, la sua Karim ha sconfitto per 3-2 il belga Takamura con Akuma.

Infine nel torneo di Dragon Ball FighterZ, valevole come tappa Tenkanichi del DBFZ World Tour, successo per il francese Wawa (Cell, Base Goku, Goku & Adult Gohan) che sconfigge per 3-1 il connazionale Kayne (Blue Goku, Trunks, Kid Goku, Teen Gohan & Gotenks).

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

IESF World

IESF World Championship 2019: Nuova edizione e problemi

Questa settimana si è svolta l’undicesima edizione delle IESF World Championship, il mondiale delle varie …