Home / News / Six Major Raleigh: dalla Russia con amore

Six Major Raleigh: dalla Russia con amore

Nel mezzo delle stagioni della Pro League, il Six Major svoltasi a Raleigh rappresenta l’inizio del percorso che ci condurrà a Tokoname, in Giappone, sede delle finali della stagione 10. Sedici i team presenti in North Carolina, arrivati tra inviti e qualifiche, hanno venduto cara la pelle già a partire dalla fase a gironi in cui due terzi del podio di Milano è stato spazzato via.
Evil Geniuses (2°) e Fnatic(3°) salutano la compagnia in anticipo; se per gli Evil fatale è stata la sconfitta nel match decisivo conro i Giants, per gli australiani Raleight è una pagina da dimenticare a causa dell’ultimo posto nel girone D.

Raleigh

G2 Esports e Team Empire, i francesi, grandi assenti a Milano, conquistano invece la finale senza sconfitte. Sul loro cammino sono caduti Giants e ForZe, entrambe sconfitte per 2-0, un percorso netto che conduce Kantoraketti e soci nella nuova sfida contro gli Empire.
I russi, dal loro conto, hanno faticato un pò, visti i successi per 2-1 contro Team Secret e FaZe Clan.

Finale dal sapor di rivincita

L’ultimo atto del Six Mahor Raleigh rappresenta il rematch della finale al Six International vinto dai G2. In questo contesto però il copione è ben diverso rispetto allo show visto a Montreal: le prime due mappe, Border e Kafe Dostojesky, hanno mostrato equilibrio totale, tale da condurre un parziale di 1-1 coni russi vittoriosi sul confine e i francesi conquistatori del Kafè.

La svolta del match arriva nella terza mappa, Clubhouse, combattuta alla pari sino al round 12 dove la tripla di ShepparD ha permesso agli Empire di conquistare il 2-1. Da questo punto, i G2 escono di scena e Coastline rappresenta la fine dei giochi e del torneo.
Dopo un’inizio shock concluso per 3-0 e il time-out richiesto da coach RayzerGM, i russi rompono gli indugi. Guidati da JOYstick, chiudono la serie con un parziale di 7-0 e per 7-3 conquistano il loro terzo successo annuale e gli 200.000$ di primo premio.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

CPT Asia Premier: vittoria con polemica in quel di Tokyo

Il secondo grande step stagionale della Capcom Pro Tour, l’Asia Premier disputato durante il Tokyo …