Home / Shooters / CS:GO / DreamHack Open Tours: una rassegna sottotono
DreamHack Open Tours

DreamHack Open Tours: una rassegna sottotono

La carovana di CS:GO prosegue il suo percorso stagionale anche se, in questo caso, con un ritmo più lento. Mentre tanti ricaricavano le pile in vista degli eventi in Nord America (Summit 4 e DreamHack Masters), altri hanno colto l’occasione per mettersi in luce in occasione del DreamHack Open Tours.
La concomitanza con altri eventi importanti ha reso la rassegna francese sottotono, ma tutto sommato la rassegna ha comunque offerto un buon spettacolo. Il merito è stato principalmente dei Valiance e dei Mousesports. I primi sono riusciti a eliminare in semifinale i padroni di casa dei G2 per 2-1, grazie alla vittoria al supplementare su Dust 2. I secondi, hanno invece imposto il loro gioco dalle prime fasi fino alla semifinale contro gli Avangar, dove i biancorossi hanno concesso solo 15 round.

L’ultimo atto del DreamHack Open Tours è stato sul filo dell’equilibrio 1e soltanto il maggior tasso tecnico dei topolini ha portato il trofeo in casa Mouses con un 16-12 su Train e 16-11 su Mirage. A spiccare in modo particoalre è stata la stella di Ropz, capace di chiudere il match con un  K/D di +23.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Awakening

Smash Weekend: Umebura SP4 e Awakening 5

I tornei del circuito nordmericano si prendono una settimana di pausa ma Smash Bros continua …