Home / MOBA / League of Legends / Il leggero pugno della giustizia di Riot Russia
Riot Russia

Il leggero pugno della giustizia di Riot Russia

Ha fatto clamore la discesa in campo delle Vaevictis Esports, primo team tutto al femminile all’interno di una competizione ufficiale di League of Legends. Più che per un deludente 0-3 di inizio campionato, le ragazze sonostate le protagoniste indirette delle azioni disciplinari di Riot Russia.

L’organizzazione ha indagato sul comportamento di RoX Gaming e Vega Squadron, primi avversari delle Vaevictis, e ravvisato irregolarità sul loro operato.
I Rox sono accusati di violazione dell’articolo 10.2.4 del regolamento (Discriminazione ed umiliazione di onore e dignità) a causa del ban di cinque support, considerato una mancanza di rispetto verso gli avversari.
I Vega sono entrati invece nella lista dei colpevoli per violazione dell’articolo 10.1.1.2 (Distruzione dello spirito competitivo) per aver lasciato il game ben prima della distruzione del nexus avversario.

Di fronte a queste accuse, Riot Russia si è dimostrata indulgente nei loro confronti e, nel verdetto pubblicato sul loro sito, ha sanzionato entrambi i team con una semplice ammonizione, punizione iniqua rispetto al comportamento dei giocatori in questo contesto.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

The international 2019 Qualifier

The International 2019 – Group Stage: il primo giro di valzer

L’attesa è terminata, il torneo col montepremi più ricco al mondo è iniziato. A Shanghai …