Home / MOBA / League of Legends / Un gruppo di dipendenti Riot crea delle protesi per bambini a tema LoL
protesi per bambini

Un gruppo di dipendenti Riot crea delle protesi per bambini a tema LoL

Dopo l’appoggio dei Los Angeles Valiant al St. Jude, dalla california arriva un’altra bella notizia di beneficenza e volontariato.
Thunderdome è un periodo dell’anno in cui, per due giorni, i dipendenti di Riot Games si dedicano anima e corpo a progetti alternativi. Un piccolo gruppo ha approfittato dell’occasione per collaborare con Limbitless Solutions. I volontari di questa associazione no-profit, fondata dallo studente di ingegneria meccanica Albert Manero e con sede alla University of Central Florida,
utilizzano la stampa 3D per costruire protesi per bambini poco costose e creative (persino ispirate ad Iron Man), da fornire gratuitamente alle famiglie.

Il risultato è stato la creazione di cinque coloratissimi arti bionici a tema League of Legends, che saranno resi disponibili all’inizio del 2019. Limblitless, che si occupa parallelamente di promuovere la fruizione del medium videoludico gioco inclusivo e accessibile a tutti, ha anche ricevuto una donazione di più di cinquemila dollari. La raccolta fondi è stata portata a termine da un altro gruppo di rioter con la vendita all’asta di cuscini fatti a mano.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

European Masters Spring 2019: Campus Party Sparks fuori al Group Stage

Il competitivo europeo di League of Legends non va in vacanza, come dimostrato dalla prima …