Home / MOBA / League of Legends / All-Star 2018: il meglio di League di Legends chiude la stagione 8
All-Star 2018

All-Star 2018: il meglio di League di Legends chiude la stagione 8

Con il mercato in corso e la nuova stagione alle porte, l’All-Star 2018 è stata l’occasione per molti giocatori di League of Legends per ricaricare le pile in un evento all’insegna del divertimento. Per tre giorni l’Esports Arena di Las Vegas ha ospitato il meglio, tra professionisti e celebrity, del popolare moda di Riot Games.

La prima giornata dell’evento è inziata con la battaglia tra regioni, con team composti da professionisti e streamer affermati. Nel primo match il team NA, capitanato da Sneaky, è riuscito a sconfiggere il team EU guidato da Caps. Per l’occasione i due capitani hanno giocato ruoli a loro inconsueti: l’ADC dei Cloud9 come midlenar e il neo-acquisto dei G2 nei panni del marksman.
Dopo i primi turni del 2v2 Pro-AM e del 1v1, si è passati agli scontri nelle modalità particolari. La prima ad essere stata messa in mostra è stata il Nexus Blitz, in cui i team si fronteggiano in una mappa ristretta tra imprevisti e ricompense. A vincere il primo scontro è stato il Team Faker sul Team Uzi.
Altro evento particolare è stato il Tandem Mode. Le squadre sono state composte da cinque coppie, nelle quali uno utilizzava la tastiera e l’altro il mouse.
A vincere è stato il team capitanato dal duo Sneaky-Bang, che per l’occasione si è esibito in cosplay di Xayah.
Ultimo evento del primo giorno del’All-Star 2018 è stato quello nella modalità Ultra Rapid Fire o URF, dove i tempi di ricarica delle abilità sono ridotti e il costo del mana ridotto o azzerato. Ancora una volta Uzi è uscito sconfitto dalla contesa, questa volta per mano del team capitanato da Bang.

Il secondo giorno è cominciato con le fasi conclusive del 2v2 Pro-Am, dove a giungere in finale sono state le coppia formate da Doublelift e Yoyboy e da Faker e Cpt.Jack.
Nello scontro decisivo a prevalere è stato il duo nordamericano in un mirror match Alistar e Thresh. Ai vincitori è andato un premio da 100.000 dollari che è stato devoluto in beneficenza ad associazioni che si occupano di salute mentale.

Dopo la prima giornata, Sneaky è stato ancora protagonista grazie alla vittoria del secondo Blitz Nexus. Assieme a Caps e Rookie, ha infatti sconfitto il quintetto capitanato da Peanut.
Ultimo evento della giornata è stato il secondo Tandem Mode, dove a trionfare è stata la squadra capitanata dal duo Uzi-Candice, che si è imposta sullo schieramento guidatoda  BeBe e Westdoor.

L’ultima giornata del’All-Star 2018 ha avuto inizio con l’evento Est vs Ovest, ossia sfide tra player asiatici e player occidentali.
A vincere è stato il team Est col punteggio di 2-1. I team Uzi e Rookie battono i team Caps e Broxah, mentre il punto della bandiera dell’Ovest viene conquistato dal team Jiizuke che scofigge quello di Faker.
Il secondo atto della battaglia tra le regioni ha riproposto l’ennesima replica della sfida Cina contro Corea, sebbene in salsa decisamente più leggera. Anche stavolta il team cinese ha conquistato la vittoria, con Uzi vincitore su Faker dopo l’ultimo match disputato ai Giochi Asiatici.
L’ultimo scontro dell’event è stato la finale 1v1; a contendersi il titolo sono stati Caps e, a sorpresa, Pabu,capace di sconfiggere Faker e Rookie. L’ex giocatore degli Avant Gande stava per realizzare l’ennesimo colpo di scena, ma Caps è riuscito a ribaltare la situazione. Dopo la conquista del pareggio, il giovane midlaner ha conquistato il titolo nel secondo set.

In attesa del 2019

L’All-Star 2018 ha chiuso in bellezza il 2018. Riot Games ha però già invitato i suoi fan all’inizio della nuova stagione competitiva, prevista per inizio gennaio.

A cominciare sarà il campionato brasiliano sabato 12, mentre per il debutto della nuova European Championship League bisognerà aspettare venerdì 18.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Apex Preseason Invitational

Apex Preseason Invitational: preparativi di una stagione

L’estate dei battle royale volge al termine. Tre mesi di fuoco in cui il genere …