Home / Esport / SEA Games 2019: svelato il primo esport della storia nel medagliere

SEA Games 2019: svelato il primo esport della storia nel medagliere

Per la prima volta nella storia, gli esport saranno inseriti nel medagliere di una competizione sportiva ufficiale. Si tratta della trentesima edizione dei Giochi del Sud-Est Asiatico 2019 (SEA Games 2019), che si disputeranno nelle Filippine dal 30 novembre al 10 dicembre 2019.

«Le Filippine sono il primo paese a ospitare e organizzare un torneo di esport che varrà ai fini del medagliere» ha dichiarato Alan Peter Cayetano, Presidente del PhilSGOC, con un comunicato stampa. «Ciò contribuisce a conferire credibilità al gaming professionale che viene considerato come una vera competizione sportiva di livello mondiale, in grado di coinvolgere una nuova generazione di fan».

L’appoggio di Razer

A fare da partner ufficiale per la parte videoludica competitiva della manifestazione sarà Razer. «Quando si parla di e-sport, Razer è sempre in prima fila come innovatore e promotore di prim’ordine», ha continuato Cayetano. «Per questa ragione non possiamo chiedere un partner migliore in questo storico viaggio».
Una delegazione guidata dal co-fondatore e CEO di Razer, Min-Liang Tan, ha incontrato il Philippine SEA Games Organizing Committee (PhilSGOC) e il Philippine Olympic Committee (POC) in più occasioni nell’arco del 2017 per lavorare a questo obiettivo.
L’azienda supporterà la manifestazione attraverso il proprio ecosistema di hardware, software e servizi e agevolerà le discussioni con i vari publisher per la selezione dei titoli presenti all’interno della competizione.

«Gli esport sono la nostra essenza sin dalla nostra fondazione. Negli ultimi dieci anni abbiamo supportato innumerevoli eventi, tornei, team e atleti a livello mondiale», ha aggiunto Tan. «La sportività e lo spirito combattivo visti negli esport non sono da meno rispetto ad altri sport, per questo ci siamo battuti affinché venissero inclusi in un evento sportivo internazionale come i SEA Games 2019».

Il primo titolo annunciato

A tal proposito, la lista finale sarà rivelata nei prossimi mesi ma è già stato svelato il primo titolo. Non sarà StarCraft II – presente sia all’IEM a PyeongChang che agli Asian Games 2018 – bensì Mobile Legends: Bang Bang, pubblicato da Moonton nel 2016 e diventato in poco tempo il gioco mobile più popolare (e dagli incassi più alti) nel Sud-Est Asiatico.

Tale scelta ha, naturalmente, entusiasmato il publisher Moonton Games, il cui CEO Justin Yuan ha definito i SEA Games 2019 «la piattaforma perfetta per lanciare il titolo nei campionati più importanti, data la nostra solida base di utenti così come la community in rapida crescita di giovani e millennial della regione».

Tuttavia, è possibile che il suo inserimento faccia storcere il naso ad altre grandi compagnie, in primis Riot Games. A luglio di quest’anno la casa californiana creatrice di League of Legends vinse, insieme alla sua società proprietaria Tencent, una causa da 2,9 milioni di dollari proprio contro il CEO di Moonton Technology in Cina, Xu Zhenhua, e il suo team di sviluppo per via dell’estrema somiglianza tra il loro titolo e Mobile Legends.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Contenders 2018 S3

MorningStars e HSL Esports centrano i playoff ai Contenders 2018 S3

La stagione regolare dei Contenders 2018 S3 è terminata nella tarda serata di ieri con …