Home / FGC / BlazBlue / DreamHack Atlanta 2018, tra finali mondiali e tornei Open

DreamHack Atlanta 2018, tra finali mondiali e tornei Open

Due mesi dopo la tappa di Montreal, il DreamHack Atlanta 2018 ha ospitato tappe e fasi conclusive di tante competizioni internazionali. Da Halo 5 a Hearthstone, passando per i titoli firmati Hi-Rez Studios, gli esport sono tornati ancora una vita nella capitale della Georgia per dare spettacolo.

Halo Championship Series Finals

Iniziamo proprio con le Halo Championship Series. Due tra le principali favorite al titolo, Tox Gaming e Reciprocity, non hanno dato molto spazio alle avversarie già dalla fase dei pool. Il loro è stato un lungo ma piuttosto agevole cammino verso la finale del winners bracket. A spuntarla la prima volta sono stati i Reciprocity che, con un risicato 4-3, hanno spinto gli avversari ai losers. I Tox hanno quindi affrontato e sconfitto e Renegades, guadagnando così l’opportunità di risfidare Sayan e compagni per il titolo.
Con due consecutivi 4-0, la rimonta è terminata con successo, portando nelle mani di Frosty, SnakeBite, Lethul e Royal 2 la fetta più grande del montepremi: ben 120 mila dollari.

A impreziosire l’evento al DreamHack Atlanta 2018 è stato un torneo 2vs2. L’Halo 3 Showdown ha premiato, tra le 64 coppie partecipanti, quella dei GMS. Gabriel e Fantasy hanno sconfitto in finale il duo degli OpTic Gaming composto da Flamesword e Roy con un decisivo 3-0 dopo essere stati costretti a un reset del bracket.

Hi-Rez Expo

Il DreamHack Atlanta 2018 ha ospitato anche la nuova edizione dell’Hi-Rez Expo, che ha incoronato i campioni del mondo di SMITE e Paladins, sia nei tornei PC che in quelli console.

I due tornei di SMITE hanno messo in palio un montepremi complessivo di più di un milione di dollari. Il PC World Championship ha visto la premiatura uscita di scena dei campioni in carica eUnited durante i quarti di finale. Ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio è stata comunque un’altra formazione americana, quella degli Splyce, che ha battuto il Team Rival per 3-2.
Anche la Console War è finita nelle mani di una squadra del nuovo continente. Grazie a un 3-1 sugli avversari Flashpoint, gli Astral Authority hanno finalmente sollevato la coppa, dopo il secondo posto rimediato nella scorsa edizione della competizione.

I due campionati del mondo di Paladins, con un montepremi complessivo di 300 mila dollari, hanno incoronato rispettivamente il Team EnVy su PC (vittorioso per 4-2 sui campioni in carica Na’Vi) e gli Elevate su console, già detentori del titolo la scorsa stagione.

HCT Grand Prix

Il consueto appuntamento con l’Hearthstone Grand Prix ha messo in palio 15 mila dollari e 191 HCT Points. Eddie ‘Seohyun’ Lui, giocatore dei Kyoto eSports, ha saputo farsi largo con successo tra i restanti 207 concorrenti fino alla Top16, per poi arrivare in finale contro il tedesco Thomas ‘Sintolol’ Zimmer del team Genji.
Con un ultimo e decisivo 3-1, l’americano è riuscito a portare a casa la vittoria al DreamHack Atlanta 2018.

Fighting Game Championship

L’evento più prestigioso dell’intero FGC al DramHack Atlanta 2018 è stato, senza dubbio, il Brawlhalla World Championship. I 100 mila dollari di montepremi hanno attirato i migliori giocatori di 1vs1 e 2vs2 che si sono sfidati nell’arco dell’intero weekend. A vincere l’evento in Solo è stato lo statunitense Sandstorm, che ha battuto per 3-0 wrenchd in finale; la coppia composta da Addymestic e Cake si è invece assicurata il primo posto nel torneo in Duo, dopo aver sconfitto gli avversari VipR3 e Aggz0 per 3-2.

A ottenere le medaglie d’oro nei restanti tornei di fighting game sono stati:

  • Tekken 7 ($2500 Prize Pool): PG|Speedkicks
  • Street Fighter V ($2500 Prize Pool): Psycho
  • Soulcalibur VI ($2500 Prize Pool): BxA|Party Wolf
  • BlazBlue: Cross Tag Battle ($1000 Prize Pool): Flux
  • Super Smash Bros. for Wii U ($10K Prize Pool): Tweek
  • Super Smash Bros. Melee ($10K Prize Pool): CLN|AbsentPage
  • Smash 4 Doubles ($1k Prize Pool ciascuno): C2F |Dark Wizzy e Liquid MVG|Salem

CS:GO Open

Vitality ed eUnited, provenienti rispettivamente dall’european e dall’NA qualifier, si sono unite alle 6 squadre invitate dall’organizzazione per disputare il DH Open di Counter-Strike: Global Offensive. E sono stati proprio i primi a portare a casa il prezioso trofeo e l’assegno da 50 mila dollari.

La squadra francese capitanata da NBK- ha conquistato il secondo posto nel girone B alle spalle dei Ghost gaming, accedendo così alla fase a eliminazione diretta. Al termine dello scontro con i compLexity, vinto per 2 mappe a 1, la formazione ha affrontato in finale i brasiliani Luminosity Gaming. Grazie alla prima vittoria su Mirage per 16-4, seguita da quella su Overpass per 16-6, i Vitality hanno conquistato il loro primo Major della storia ad appena un mese dalla fondazione.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Will smith

Will Smith sbarca nel mondo degli esport con i Gen.G

“Welcome to Esports Mr. Will Smith“. Parafrasando un suo successo musicale, arriva la notizia dell’approdo …