Home / MOBA / League of Legends / EU vs NA: i Fnatic vincono la ”battaglia d’occidente” e agguantano la finale

EU vs NA: i Fnatic vincono la ”battaglia d’occidente” e agguantano la finale

Era da molti anni che non si vedeva una semifinale così sentita: niente meno che EU vs NA.  In pochi avrebbero mai scommesso di vedere l’Asia completamente soppiantata dall’occidente ai Worlds ma beh, here we are honey. And looks like we are going to stay.

Viktor bot? Viktor bot

Dopo un primo game completamente dominato dai Fnatic, i Cloud9 hanno offerto una partita decisamente più combattuta. Da due squadre famose per i propri ADC non poteva che aspettarsici di vedere qualcosa di straordinario in bot. Sneaky ha scelto niente meno che Viktor per affrontare la Sivir di Rekkles. Quasi 12 minuti senza nemmeno un’uccisione, fino a quando dalla botlane il match è esploso in una guerriglia continua. Particolarmente divertente l’assalto a sorpresa di Bwipo, che usando Jayce ha dato un colpo da cecchino a Jensen che ha fatto recall vicino la seconda torre. Vedete che succede ad aprire lo shop in certi momenti?!

La rinomata specialità dei Fnatic sono le teamfight, e infatti sono state il fattore determinante della seconda partita. Uno scontro dall’esito particolarmente vantaggioso e un conseguente Baron (con un disastroso tentativo di contesa da parte dei Cloud9) offrirà ai Fnatic il primo vantaggio di spessore da cui iniziare a vincere. La seconda partita si concluderà infine con una fantastica Quadra Kill di Caps, rivelatosi semplicemente inarrestabile con Azir.

Continuando a bandire personaggi in midlane cercando di limitare Caps, i Cloud9 hanno lasciato troppo spazio di manovra al resto del team (in particolare Bwipo e Broxah). Il divario tra i due midlaner, comunque, si è rivelato davvero troppo grande e tutte le precauzioni in fase di Pick e Ban si sono rivelate decisamente inutili.

XayahxRakaan? No, LucianxBraum

Dandoci flashback di qualche season fa, il terzo game ha visto una botlane dal gusto decisamente retrò per i Cloud9 (se lo saranno immaginato così durante la fase di pick&ban? ndr). La combinazione delle passive di Braum e Lucian è stata ardua da affrontare in lane anche per l’offensiva di Xayah e Rakaan, tanto da lasciare Rekkles con un deficit di 40 minion rispetto a Sneaky.
Nonostante il vantaggio in early-mid game del team nordamericano, si è ripetuta la stessa formula del secondo game: un teamfight vantaggioso per i Fnatic porterà a un Baron decisivo per l’andamento della partita. Le giocate intorno al Baron Buff e le successive skirmish degli europei sono state semplicemente marziali e ne hanno tratto sempre il massimo possibile.

Alla fine il Nexus dei Cloud9 ha ceduto alla guerriglia di Rekkles e compagni, sancendo la vittoria dei Fnatic nella sfida EU vs NA per 3-0 e il loro arrivo in finale insieme agli Invictus Gaming.

Commenti

Altre info su Antonino Geloso

Originariamente comandante e referente presso il grande impero del Signore Galattico Freezer, nel Marzo 1990 prende parte ad una campagna militare sul Pianeta Namek dall'esito disastroso che lo costringe a ritirarsi a vita privata sul pianeta Terra, dove intraprenderà dei modesti studi umanistici con l'aspirazione di diventare insegnante. Nel tempo libero si diletta tra diversi titoli videoludici, tra cui figurano League of Legends, Pokémon, Hearthstone e Grindr.

Controlla anche

Contenders 2018 S3

MorningStars e HSL Esports centrano i playoff ai Contenders 2018 S3

La stagione regolare dei Contenders 2018 S3 è terminata nella tarda serata di ieri con …