Home / CGC / Concluso il DreamHack Montreal 2018, nella cornice dello Stadio Olimpico

Concluso il DreamHack Montreal 2018, nella cornice dello Stadio Olimpico

Terminato questa domenica, il DreamHack Montreal 2018 è stato il decimo evento annuale della LAN più famosa al mondo.

Vi abbiamo già raccontato della straordinaria impresa di Reynor, arrivato secondo al WCS di StarCraft II alle spalle di Serral. Ora è il momento di dare un’occhiata agli altri tornei tenutisi all’interno dell’Olympic Stadium.

Rainbow Six Siege

Nonostante il premio in denaro fosse davvero ghiotto (50 mila dollari), a far gola ai 16 team partecipanti è stata la possibilità di qualificarsi per il Six Invitational 2019 centrando il primo posto nella competizione.

Oltre alle 12 squadre professionistiche – invitate direttamente dagli organizzatori – hanno avuto una chance di partecipare al torneo di R6 anche 4 formazioni qualificate attraverso il torneo BYOC (bring your own computer): Honor Esports, Grizzlys, N4N1 e KoRe.

L’evento, strutturato con la classica prima fase a gironi seguita da un bracket a doppia eliminazione, è stato dominato dai Cloud9.
Primi nel gruppo A, hanno affrontato il knockout stage a testa alta, battendo per 2-0, nell’ordine, mousesports, Millenium e Rogue.
Il team, capitanato da Lauren ‘Goddess’ Williams, si è così aggiudicato il primo premio da 25 mila dollari e il secondo pass verso il primo evento di prestigio della prossima stagione (dopo quello dei G2 Esports), che si terrà sempre a Montreal dall’11 al 17 febbraio del 2019.

Hearthstone e Shadowverse

15 mila sono stati, invece, i dollari messi in palio nel Grand Prix di Hearthstone (quarto Stop dell’anno in un DreamHack), insieme a 191 HCT Points.
Il trofeo è stato portato a casa dallo statunitense JustSaiyan, portabandiera dei Tempo Storm. Il giocatore ha sconfitto il finlandese Fenomeno per 3-2 nel gran finale che potete rivedere a questo link.

Contemporaneamente, il compagno di squadra Crumsion ha vinto la medaglia d’oro nell’evento di Shadowverse (gioco di carte sviluppato da Cygames). Il giocatore ha portato a casa un assegno da ben 4000 dollari.

CS:GO Open

L’Open di Counter-Strike: Global Offensive al DreamHack Montreal 2018 ha raccolto 8 team invitati, mettendo in palio un montepremi complessivo di 100 mila dollari.

Nonostante il secondo posto nel gruppo A, alle spalle degli Ence Esports, il Team Kinguin è riuscito a guadagnare l’accesso in finale grazie a un secco 2-0 contro gli AGO Esports.
Sono bastate, quindi, due vittorie di fila su Nuke e Dust II contro gli Ence per consegnare nelle mani dei polacchi la prestigiosa coppa (la prima di questa stagione in un evento Major).

DH Fighting Game Championship

A infiammare lo stadio olimpico ci sono stati, come al solito, anche un mucchio di tornei di picchiaduro.

Il più importante è stato, senza dubbio, la tappa Premier del CPT di Street Fighter V. A conquistare il primo posto è stato il veterano degli Echo Fox Justin Wong il quale, dopo aver subito il reset del bracket per 3-1 da parte di NuckleDu, ha vinto l’ultimo scontro per 3-2.

A imporsi nel torneo di Smash Bros per Wii U è stato MSF|Larry Lurr, grazie a un ultimo 3-0 su Ally (il quale è successivamente salito sul gradino più alto del podio nel Double, insieme a CaptainZack).
Su Melee è stato invece il rappresentante dei Liquid Hungrybox, vincitore per 3-0 nel match finale contro MSF|La Luna. Quest’ultimo si è poi imposto nel Double, accanto a DJNintendo.

Il campione del mondo in Double Boomie si è assicurato entrambe le medaglie d’oro di Brawlhalla, sia in singolo accompagnato dal duo Remmy, mentre Ponos|Noke ha sbaragliato la concorrenza nell’evento del DreamHack Montreal 2018 dedicato al picchiaduro più in voga del momento, Dragon Ball FighterZ.

 

Il prossimo appuntamento con il circuito DH sarà ad Atlanta, dal 16 al 19 novembre. Tutti i dettagli riguardo alle competizioni saranno disponibili sul sito ufficiale.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

LEC 2019

LEC 2019: ecco i team della nuova stagione europea di LoL

Il Rostermania è appena iniziata e in casa Riot Games si inizia a fare sul …