Home / MMO / Il trono del Mythic Dungeon Invitational 2018 di WoW è europeo

Il trono del Mythic Dungeon Invitational 2018 di WoW è europeo

Più di un mese fa avevamo lasciato i Kjell’s Angels sul trono europeo del Mythic Dungeon Invitational 2018. Ashine, Divinefield, Ciralliou, Dorullkjell ed Herudramo erano riusciti a battere i PogChamp in finale, qualificandosi così alla fase mondiale dell’evento Blizzard di World of Warcraft.
Dall’altra parte dell’oceano, una settimana più tardi, i Method avevano conquistato quello nord americano, a scapito degli Omegasniped.

Nella notte di ieri, i due team si sono incontrati per l’ultimo atto di questa appassionante competizione, dopo aver affrontato a testa alta le altre 6 pretendenti al titolo. In palio non c’era solo il prestigio di diventare la miglior squadra PvE del mondo, ma anche un sostanzioso premio in denaro: la metà del super montepremi da 100 mila dollari.

Le 8 contendenti

A partecipare alla finale LAN del Mythic Dungeon Invitational 2018 sono state, appunto, le migliori due formazioni europee, americane, cinesi e della regione Asia-Pacifico. Tra loro anche i Free Marsy, campioni dell’edizione del 2017.

AMERICHE
Method: Jdotb, Mitt, Marvin, Bandname, Dark
Omegasniped: Xyronic, Luffy, Hadrion, Imfiredup, Zongoso

EUROPA
Method PogChamp: Drjay, Elserat, Sjele, Sebs, Musclebrah
Kjell’s Angels: Ashine, Divinefield, Ciralliou, Dorullkjell, Herudramo

ASIA PACIFICA
Free Marsy: Sups, Aere, Brath, Ero, Retrofresh
Gulch Trotters: Tekniqz, Chompey, Dagg, Shape, Skylark

CINA
Skyline D: Myoo, Eaple, MGT, Fangxuejiang, Rains
SunSky: Chiyan, Lizijie, Orange, MasterMao, Ohyes

Il torneo, strutturato con un bracket a doppia eliminazione, ha visto sia Method che Kjell’s Angels imporsi nel winner’s bracket per poi arrivare al primo scontro nella relativa finale. Grazie alla vittoria per 2-1, gli americani sono riusciti ad assicurarsi un posto diretto nel gran finale, mentre gli europei sono scivolati nel girone dei perdenti, faccia a faccia con i conterranei PogChamp.

Purtroppo per questi ultimi, la “vendetta” per il secondo posto rimediato nel torneo casalingo non si è concretizzata. Grazie a un 2-1, i campioni del Vecchio Continente sono riusciti a riaffrontare i Method nell’ultimo match della competizione.

Mythic Dungeon Invitational 2018

La resa dei conti

La sfida è cominciata su Cathedral of Ethernal Night, dove gli americani hanno conquistato il primo punto terminando i 4 boss in poco più di 19 minuti. La situazione si è immediatamente ristabilizzata con il successivo dungeon (Vault of the Wardens), conquistato dagli europei in 20:03, per poi ripassare nuovamente nelle mani dei Method al termine dei 21:34 minuti necessari per completare Return to Karazhan.
I Kjell’s Angels non si sono dati per vinti. Concludendo Court of Stars e Neltharion’s Lair rispettivamente in 20:28 e 24:19, la formazione europea ha battuto definitivamente gli avversari per 3-2, mettendo le mani sul trofeo e sull’assegno più corposo della manifestazione.

Il Mythic Dungeon Invitational 2018, tuttavia, non si è davvero concluso. I primi quattro team del mondiale – Kjell’s Angels, Method, Method PogChamp e Gulch Trotters – hanno guadagnato un biglietto per il Blizzcon.
Alla fiera più attesa dell’anno, i giocatori si sfideranno nelle All-Stars affrontando le nuove spedizioni di Battle for Azeroth davanti al caloroso pubblico di Anaheim.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Berlin Tekken Clash 2018

Super Akouma vince il Berlin Tekken Clash 2018

Si è appena concluso l’ultimo importante evento europeo del Tekken World Tour. Giocatori provenienti da …