Home / FPS / Overwatch Contenders 2018 s1 – La academy degli Spitfire vince il torneo europeo

Overwatch Contenders 2018 s1 – La academy degli Spitfire vince il torneo europeo

La “serie B” del circuito ufficiale dell’FPS Blizzard è ormai agli sgoccioli. Ben 6 dei 7 campionati che compongono gli Overwatch Contenders 2018 s1 hanno proclamato i propri vincitori alla fine della scorsa settimana, mentre l’ultimo si disputerà questo sabato.

I primi classificati delle varie regioni hanno messo le mani sulle rispettive fette più grandi dei montepremi in palio, che andavano dai 10 mila dollari per il torneo sud americano al 40 mila per quelli di Europa, Sud Corea e Cina.

Europa: il trionfo dei British Hurricane

A febbraio di quest’anno i London Spitfire annunciarono la nascita della loro academy con un video su YouTube. A differenza del main team, interamente composto da fuoriclasse coreani, la squadra dei British Hurricane, partecipante ai Contenders EU, è stata formata da soli giocatori europei. Il risultato è stato il migliore che si potesse ottenere: la vittoria del campionato.

A pararsi davanti agli Uragani sono stati, in particolar modo, i Gigantti. Il roster finlandese, nonostante il 3-2 rimediato nella fase a gironi (contro il 4-1 dei londinesi) ha letteralmente schiacciato i propri avversari una volta approdato ai playoff.
Le due squadre si sono ritrovate dunque in finale, nella quale hanno dato vita a un ottimo spettacolo dall’esito incerto fino all’ultimo set. È stato il 2-1 su Dorado a chiudere la pratica in favore dei British Hurricane, che hanno così portato in alto l’onore di Cloud9 e Spitfire dimostrando al mondo intero le vere potenzialità di un team interamente composto da talenti “di casa”.

Nord America: il regno delle academy

Se il vivaio britannico ha saputo dare fin da subito le prime soddisfazioni, il circuito nord americano è stato il banco di prova perfetto per le tante academy dei team provenienti dalla Overwatch League. Ben 7 formazioni partecipanti su 12 sono, infatti, i “fratelli minori” delle più celebri squadre della Lega: XL2 Academy (New York Excelsior), OpTic Academy (Houston Outlaws), Toronto Esports (Boston Uprising), Florida Fury (Florida Mayhem), NRG Esports (San Francisco Shock), Gladiators Legion (Los Angeles Gladiators) e Fusion University (Philadelphia Fusion). Unici outsider gli EnVision Esports, che hanno replicato lo stesso risultato guadagnato durante la prima stagione dei Contenders con un ottimo 3°/4° posto.

Senza nessuna sorpresa, tutte le academy sono riuscite a superare lo scoglio dei gironi, iniziando una battaglia all’ultimo sangue per il gradino più alto del podio.
A portare a casa il titolo di campioni nord americani sono stati i Fusion University, con un 3-1 finale sui Toronto Esports. Curiosamente, la squadra era riuscita a salire agli onori della cronaca persino prima di giocare il match conclusivo, a causa del ban della propria divisa ufficiale.

Sud America: dominio brasiliano

Mentre al nord è stata tutta una “questione tra big”, nel Sud America le iscritte al campionato hanno sfruttato a dovere l’occasione per mettersi in luce agli occhi degli investitori, specialmente in vista di una possibile apertura della Overwatch League nella verso la regione.

A spuntarla sono stati i Brasil Gaming House, squadra nata nel 2017 dopo il rebrand dei Black Dragons e-Sports. I verdeoro, dopo la prima posizione guadagnata nel girone, ha conquistato senza fatica la finale, nella quale ha battuto gli Isurus Gaming per 4-1.

Corea: battaglia tra vecchie glorie

Dopo due stagioni dell’APEX concluse a metà classifica, gli X6-Gaming sono riusciti ad ottenere finalmente il tanto agoniato trofeo regionale. Se l’assenza delle big (migrate nella OWL) può aver influito positivamente sull’andamento della stagione, questo non deve comunque trarre in facili semplificazioni. Gli Overwatch Contenders 2018 s1 sud coreani erano comunque pieni di giocatori e team esperti e di grande caratura internazionale, come i KongDoo Panthera e i RunAway.

La pressione, tuttavia, non ha influenzato particolarmente l’andamento di GodsB e compagni, almeno nella fase a eliminazione diretta. Il secco 4-0 inflitto agli O2 Ardeont ha permesso agli X6 di salire sul gradino più alto del podio. Nonostante il “cambio di nome”, la vecchia APEX continui a essere un campionato spietato e pieno di sorprese.

Cina: LGD sfiorano la vittoria

Viste le acque burrascose nelle quali nuota l’unica rappresentante cinese alla OWL, è chiaro come i Contenders siano stati una vetrina importante per tutti gli aspiranti professionisti del Paese.
Sicuramente l’obiettivo degli LGD Gaming era quello di mettere le mani sul trofeo, dopo l’uscita ai quarti nella fase finale delle Premier Series. La squadra, trascinata dalle ex stelle della nazionale Eileen e Farway, ha però guadagnato “solamente” la medaglia d’argento.

A vincere il primo premio sono stati i Lucky Furure Zenith, sud coreani guidati dall’ex Lunatic-Hai iDK e Sowhat e dall’ex AF Blue Lucid, anche se con un risicatissimo 4-3.

Pacifico: la Corea conquista Taipei

La tendenza di acquisire giocatori della Sud Corea nelle altre nazioni non è confinata solo alla Lega massima. Delle 12 partecipanti agli Overwatch Contenders 2018 s1 della regione del Pacifico, ben due hanno puntato su una formazione interamente coreana.
Una di esse, i DeToNator.KOREA, ha quasi percorso il cammino perfetto, arrivando a vincere l’intera competizione con estrema facilità. Dopo i 18 set vinti su 20, la squadra allenata da SUNGWOO ha inflitto due secchi 3-0 agli A Bang e ai MEGA Esport. Approdata in finale, ha poi sconfitto gli australiani Blank Esports per 4-2.

Australia: la resa dei conti

Il settimo campionato degli Overwatch Contenders 2018 s1, quello australiano, deve invece ancora concludersi.

I quarti di finale, tenutisi alla fine di aprile, hanno visto il trionfo dei team meglio classificati nella fase a gironi. I Dark Sided (reduci da un girone quasi perfetto, chiuso con un parziale di set di 18-2) incontreranno i Sydney Drop Bears il 19 maggio. I Masterminds GC (anch’essi imbattuti, anche se con un match vinto a tavolino) se la vedranno invece con i Blank Blue.
La finale si terrà sempre lo stesso giorno e potrà essere seguita in diretta sul canale Twitch OverwatchContenders, alle 7 del mattino circa (orario italiano).

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

LEC 2019

LEC 2019: ecco i team della nuova stagione europea di LoL

Il Rostermania è appena iniziata e in casa Riot Games si inizia a fare sul …