Home / MOBA / Dota 2 / GESC Thailand: il vento nordamericano soffia su Bangkok

GESC Thailand: il vento nordamericano soffia su Bangkok

Quart’ultimo appuntamento per il Dota Pro Circuit, che si sposta a Bangkok per le GESC Thailand.

L’ultimo Minor della stagione, con i suoi 300.000$ di montepremi e i 300 Dota Pro Circuit Points, rappresentano una delle ultime possibilità per i team che arrancano nella classifica per un biglietto diretto al The Invitational.

Quarti di finale

Dopo una fase a gironi dove le forze in campo vengono rispettate, i quarti iniziano con l’eliminazione degli Evil Geniuses da parte dei Keen Gaming.
Il team cinese, giunto a Bangkok attraverso le qualifiche locali, riesce nell’impresa di battere i campioni di carica per 2-1. Un risultato determinato dalla prestazione di yoona, il quale rimane costante nei primi due game della serie per poi esplodere del terzo e decisivo set con Razor e un KDA da 17/5/15.

Dall’altra parte del tabellone, i VGJ.Storm affrontano i Final Tribe in un match che, sulla carta, appariva scontato ma che è riuscito invece a sorprendere gli spettatori.
Il risultato di 2-1 a favore dei VGJ può essere riassunto con il terzo set, dove il team svedese esce completamente dal match dopo la conquista del pareggio e, in soli 29 minuti, i nordmaericani risolvono la pratica.

Semifinali

La favola dei Keen Gaming continua anche in semifinale. A cadere sotto i colpi dei cinesi, questa volta, è il Team Secret.
Puppey e compagni non riescono ad arginare la furia distruttiva di yoona, capace dapprima di strappare il pareggio e poi di esplodere con un Death Prophet da 10/02/21
Per i Secret la magra consolazione di aver conquistato 30 Dota Pro circuit Points, utili per ottenere il pass diretto per Vancouver.

Bangkok

Senza storia la seconda semifinale tra i VGJ e i Fnatic, un 2-0 per il team nordamericano che in meno di un ora liquida la pratica arancionera con successo.

Finale

Una finale che in pochi si aspettavano, in quel di Bangkok: Storm contro Keen non rappresentava certo il pronostico espresso dagli addetti ai lavori.
Il risultato del match viene raggiunto grazie alle sorprese fornite dal tema cinese: il tutto si risolve in 73 minuti in favore dei VGJ con un 2-0 senza possibilità di risposta. Mattatore dell’incontro l’ucraino Resolut1on, in particolar modo nel primo game con una prestazione da 9/3/14 con Gyrocopter.

 

Commenti

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

DreamHack Valencia 2018: StarCraft II – Corea? No, Europa

Terzo appuntamento il circuito delle Starcraft World Championships all’interno del DreamHack Valencia 2018. La tappa …