Home / MOBA / League of Legends / Gli Origen campioni della prima edizione degli European Masters

Gli Origen campioni della prima edizione degli European Masters

Gli Origen hanno demolito completamente gli Illuminar Gaming, assicurandosi il titolo di primi campioni degli European Masters.
Il torneo, che aveva visto sfidarsi le eccellenze selezionate dai tornei nazionali targati Riot Games, si è concluso con una finale che era praticamente solo una formalità. Il team spagnolo ha in mano un roster pieno di giocatori veterani (tra i quali Froggen, Forg1ven e Insec), che non hanno deluso le aspettative dei fan.

Gli Illuminar erano armati di astuzia e di buona cautela, ma delle draft disastrose e la generale inesperienza della formazione hanno giocato a loro sfavore. In particolare, composizioni poco sinergiche e match-up suicida nelle solo lane hanno firmato il fallimento del team polacco.

 

Un ritorno alle scene spettacolare

Molti giocatori degli Origen erano considerati alla fine della propria carriera e questo torneo ha sicuramente rinvigorito l’opinione generale nei loro riguardi. Incredibile, in particolare, la performance di Forg1ven, l’adc greco dalla carriera tormentata.

Il giocatore ha toccato il 100% di kill partecipation in diverse partite e concluso la finale non venendo ucciso nemmeno una volta. Sicuramente un ottimo biglietto da visito per il suo rientro in competitivo.

Non c’è nemmeno bisogno di commentare la performance di Froggen che, Anivia disponibile o meno (che gli è stata bandita in tutte e tre le partite della finale), ha dimostrato ampiamente di essere tornato in forma.

european masters

 

Un Team Forge impacciato

Eliminato per direttissima alla prima fase degli European Masters l’unico team italiano della competizione, il Team Forge.
Nonostante la grande determinazione, i ragazzi cagliaritani (qualificatisi attraverso i PG Nationals Predator) non sono riusciti a superare il play-in stage, nel quale hanno incontrato gli spagnoli Movistar Riders e gli svedesi Packa Pappas Kappsäck.

Queste le dichiarazioni rilasciate dal manager Sekuar al termine del primo match, disputato nella serata del 9 aprile:

«Game 1 alle spalle e lì deve restare per il momento. Tutto quello che potevamo sbagliare è stato sbagliato, tutto quello che poteva andare storto è andato storto. Potevamo giocarci le nostre possibilità scalando ma l’eccellente eraly mid (un po’ per comp, un po’ per decision making e un po’ per gli spawn dei draghi) degli avversari è stato troppo da reggere. Mettiamoci anche un po’ di nervosismo e di stanchezza e la ricetta per la prima sconfitta è servita.
Sapevamo che sarebbe stata dura, anche se mi aspettavo qualcosa di diverso.
Testa in avanti, abbiamo un game decisivo da disputare alle 23 e non abbiamo intenzione di mollare un centimetro.»

Per i 4G la possibilità di riscatto arriverà con lo split estivo del torneo nazionale, i cui qualifier per gli  slot aggiuntivi e per quello lasciato libero dai QLASH si terranno dal 1° all’8 maggio.

Commenti

Altre info su Antonino Geloso

Originariamente comandante e referente presso il grande impero del Signore Galattico Freezer, nel Marzo 1990 prende parte ad una campagna militare sul Pianeta Namek dall'esito disastroso che lo costringe a ritirarsi a vita privata sul pianeta Terra, dove intraprenderà dei modesti studi umanistici con l'aspirazione di diventare insegnante. Nel tempo libero si diletta tra diversi titoli videoludici, tra cui figurano League of Legends, Pokémon, Hearthstone e Grindr.

Controlla anche

armada

Armada annuncia il ritiro dalle competizioni in singolo di Smash Bros

Super Smash Bros è in fase in evoluzione. L’arrivo di Ultimate il prossimo dicembre ha reso …