Home / Sport / Formula 1 / Ferrari assente alla F1 eSports 2018

Ferrari assente alla F1 eSports 2018

Nella scorsa edizione del campionato sim-racing di Formula 1 è stato il britannico Brendon Leigh il primo a tagliare il traguardo. Al 18enne sono spettati 2000 dollari e un biglietto per una delle tappe del Gran Premio.
Dopo l’annuncio della sua seconda stagione, però, sono diverse novità in programma per i partecipanti al torneo virtuale delle famose monoposto. Il nuovo format dell’F1 eSports 2018 prevede infatti  un campionato diviso in due parti. Nella prima, i piloti di tutto il mondo si sfideranno in eventi online. I migliori giocatori avranno quindi la possibilità di gareggiare per un vero team di F1 nella seconda parte dell’evento.

La gara sarà aperta a tutti i giocatori di F1 2017, su tutte le piattaforme. Il regolamento completo è già disponibile sul sito ufficiale.
I motori si accenderanno questo 13 aprile mentre la seconda fase, la Pro Draft, inizierà a luglio. La sfida conclusiva avrà come protagonisti i 40 piloti più veloci in pista. Ogni singolo corridore dovrà dare il meglio di sé: in palio per i più meritevoli un posto fisso all’interno dei rispettivi team esportivi presenti all’evento, oltre alla fetta più grande del montepremi complessivo di 200.000 dollari.

Assente la Rossa

La F1 eSports 2018 sembra quindi un’ottima occasione per avvicinare il pubblico dei videogiochi ai propri beniamini. La possibilità di far parte di una vera e propria scuderia farà senz’altro gola ai fan delle quattro ruote e, nel mentre, i vari team avranno un’occasione per mettersi in mostra in un ambiente profondo e inesporato come quello videoludico. Chi si lascerebbe scappare un’occasione simile? A quanto pare, purtroppo, sarà la Ferrari.

La scuderia italiana è l’unica della F1 a non comparire nella lista delle partecipanti all’evento. Il fatto farà di sicuro storcere parecchio il naso. Il messaggio inviato dal Cavallino Rampante al mondo dei videogiochi non è di sicuro troppo positivo e non mancheranno i fan delusi nel vedersi negata la possibilità di entrare a far parte della propria scuderia preferita.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

La Federazione Calcistica Tedesca (DFB) apre le porte all'esport, ma a una condizione...

La Federazione Calcistica Tedesca (DFB) apre le porte all’esport, ma a una condizione…

Questo venerdì sono arrivate nuove notizie dalla Germania, ancora una volta grazie a Reuters. La …