Home / MOBA / Dota 2 / The Bucarest Major : l’orso bianco colpisce ancora

The Bucarest Major : l’orso bianco colpisce ancora

A distanza di una settimana dei Virtus.pro in quel di Katowice, il circus di Dota 2 arriva in Romania per il Bucarest Major, seconda tappa del circuito Major del Dota Pro Tour.
Alla Polyvalent Hall, 16 team hanno infiammato le terre rumene per la conquista del primo premio da 500,000$ e 750 Dota Pro Circuit Points.

Prima fase

Il formato della svizzera ha regalato sorprese come, ad esempio, le uscite di scena eccellenti di OG e Natus Vincere.
L’eliminazione degli OG è stata uno shock; per i dominatori della scena major, una campagna rumena fatta di alti e bassi riassunta con la sconfitta contro i Team Liquid nel match decisivo che ha ha costretto Fly e compagni a dire addio alla competizione.
La situazione in casa Na’vi invece si fa pesante: l’eliminazione a Katowice aggiunta a questa sconfitta non fa altro che continuare il periodo di crisi della formazione ucraina.
Per Dendi e compagni hanno bisogno di una scossa è cosa necessaria prima di arrivare a un punto di non ritorno.
A sorpresa, passa come testa di serie n1 sono stati i VGJ Thunder. Il team cinese, arrivato a Bucarest attraverso il qualifier nazionale, ha sorpreso gli addetti ai lavori chiudendo la svizzera in testa assieme agli Evil Geniuses, più abituati alle vette alte.

Quarti di finale

Finale anticipata quella tra Evil Geniuses e Team Liquid, con i secondi in caccia dopo una svizzera al di sotto delle loro performance.
Match equilibrato che ha visto i Liquid spuntarla per 2-1 grazie alle prestazioni di Kuroky nella prima mappa e Miracle nella terza. Magra consolazione per gli EG con il 37-0 rifilato in seconda mappa e Sumail protagonista con il suo Ember Spirit da 11/0/12
Difficoltoso è stato il passaggio dei turno dei VGJ.Thunder; i cinesi hanno sudato sette camicie per aver la meglio sui TNC e il risultato di 2-1 è figlio principalmente del carry Slyar, capace di trasportare i compagni di squadra nel secondo e nel terzo game.
Agevole invece è stata la qualificazione per i Newbee e per i Virtus.pro. Entrambi i team hanno impiegato poco più di un’ora per rifilare un 2-0 secco rispettivamente a Team Secret ed Optic Gaming

Semifinali

Nel derby cinese tra VGJ e Newbee ad avere la meglio sono stati i primi che, in 72 minuti, si impongono per 2-0 ottenendo l’accesso alla finale.
Protagonista assoluto, ancora una volta, è Slyar che chiude il match con KDA finale di 13.3 condito principalmente con il 10/1/11 realizzato di prima mappa con Luna.
Più equilibrata invece la sfida tra Virus.pro e Team Liquid. Il match tra i vincitori di Katowice e i campioni del mondo in carica è stato emozionante con azioni già a pertire del primo minuto del game uno.
A fare da padrone in questa sfida è stato il midlaner dei VP, l’ucraino No[o]ne, capace di imporsi nella sfida contro Miracle e di portar il team russo/ucraino alla seconda finale di fila.

Finale

Quella che doveva essere una sfida tra due realtà importanti della scena di Dota2 si è rilevata un altro episodio del Virtus.pro show.
Bucarest ha assistito per 90 minuti alla prova di forza di No[o]ne e compagni che impongono un secco 3-0 senza possibilità di replica ai malcapitati VGJ


Per gli orsi bianchi dell’est si tratta del secondo successo in questo inizio d’anno, che vale anche come pass diretto al The Internationl 2018 

Commenti

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Macchina dei Giochi

[Anteprima] Nuova mini e-Spansione di Hearthstone: Macchina dei Giochi

Sì, avete letto bene! Sono in possesso, in anteprima assoluta mondiale, della nuovissima, segretissima ed …