Home / Esport / In arrivo un investimento di 2.5 milioni di euro per i Vitality

In arrivo un investimento di 2.5 milioni di euro per i Vitality

Buone nuove per il Team Vitality. L’organizzazione di esport francese ha dichiarato aver ricevuto una serie di investimenti pari a ben 2.5 milioni di euro. Le corpose donazioni sono arrivate dalle compagnie Korelya Capital, Kima Ventures e H26 – società di proprietà di Olivier Delcourt, presidente del team calcistico Dijon FCO. Non è la prima volta che il team riesce ad attirare l’interesse di partner non endemici. Tra i suoi sponsor già si annoverano infatti la rete televisiva Canal+, la marca di acqua minerale Volvic e il brand sportivo Adidas.

«La nostra ambizione è quella di diventare i leader indiscussi in Europa» ha diciarato il CEO Nicolas Maurer, «e di permettere ai nostri team di partecipare a tutti i major delle leghe professionistiche di esport. Questa raccolta fondi, insieme ai nostri partner, ci aiuterà ad accelerare la nostra crescita e consolidare la nostra posizione tra i più grandi team videoludici competitivi del continente.»

Il sogno europeo

Divenuti popolarissimi in Italia per via della recente acquisizione del midlaner Jiizuké (e per il suo incredibile successo nella nuova stagione delle EU LCS), i Vitality non sono dunque intenzionati ad adagiarsi sugli allori. In programma, infatti, ci sarebbe la creazione di una sorta di “nuova academy” di League of Legends, così come un’espansione su nuovi titoli.
Oltre al roster di LoL, la società ha attualmente sotto contratto giocatori di Arena of Valor, H1Z1, Clash Royale, Hearthstone, FIFA, R6 e CoD. Ultima arrivata in casa Vitality è la squadra di PUBG, annunciata circa un mese fa sul sito ufficiale.

La concorrenza in Europa è ancora spietata e organizzazioni veterane come Fnatic e G2 continuano ad essere sulla cresta dell’onda nei vari campionati internazionali. Quanto sarebbe probabile che la società francese riesca a dominare l’intera scena europea? Ancora è senz’altro troppo presto per dare una risposta a questa domanda. I recenti successi alle LCS 2018 e questo atteggiamento aggressivo per quanto riguarda il mercato esportivo, tuttavia, fanno ben sperare per un futuro splendente dei Vitality.

 

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

finali f1 esports series F1 Esports Pro Series 2018

Le F1 Esports Pro Series 2018 in partenza a ottobre

Le F1 Esports Pro Series 2018, organizzate in collaborazione con Codemasters,  hanno finalmente una data  …