Home / MOBA / League of Legends / League of Legends: seconda settimana delle EU LCS 2018

League of Legends: seconda settimana delle EU LCS 2018

Il 2018 esportivo prosegue con la seconda settimana delle EU LCS di League of Legends. Sicuramente la situazione non è nulla che gli analisti potessero aver previsto, ma a questo punto c’è semplicemente da accettare che gli equilibri non siano più gli stessi dell’ultimo anno.

Classifica

seconda settimana delle EU LCS

Se aveste sentito un tonfo ieri si trattava degli Unicorns of Love mentre si stabilivano sul fondo della classifica. La squadra guidata da Sheepy, dopo gli insuccessi della prima settimana, ha rimediato altre due sconfitte, rimanendo ancorata all’ultimo posto.
Rimane invece instabile la situazione sulla vetta, dove le squadre combattono per affermarsi l’una sull’altra. Un primo posto significherebbe molto più di una mera posizione: in realtà si sta decidendo anche quali siano le squadre dominanti della nuova stagione.

 

Esiti delle partite

seconda settimana delle EU LCS

seconda settimana delle EU LCS

 

Arresto violento per il punteggio in classifica del Team Vitality, che soffre la sua prima sconfitta per mano dei Misfits. La partita era iniziata con tutt’altro auspicio, ma in lategame la composizione dei coniglietti ha iniziato a prevalere. Cruciale è stata la performance di Maxxlore, che è riuscito a diluire il vantaggio iniziale degli avversari, grazie a un provvidenziale Baron Steal, e a sciogliere a sorpresa il tiratore nemico, Minitroupax (e tra l’altro inaugurando la sua prima morte della stagione).

L’ascesa di Jiizuké, soprattutto in termini di popolarità, continua invece imperterrita. Grazie a un altro paio di pick complessi da usare e a ottime giocate in termini puramente meccanici, il giocatore italiano non ha fatto che attirare elogi da parte dei commentatori. Il cast desk ha evidenziato come la fanbase del giocatore stia crescendo a vista d’occhio e di come Jiizuké stia sicuramente concorrendo per il titolo di miglior midlaner europeo.

Non siamo troppo estranei dal vedere i G2 Esports perdere negli split interni, ma è innegabile stavolta che la squadra sia particolarmente fiacca. Gli ex-campioni europei hanno subito un’amara sconfitta per mano dei Fnatic, che ha mostrato quanto la squadra soffra l’assenza della sua botlane originaria (cosa che è sicuramente amplificata dal confronto con giocatori esperti come Rekkles e Hylissang). Ottime giocate anche da parte di Caps, come l’essersi fatto da solo il Drago Maggiore, sono sicuramente state determinanti per esito della partita.

Restate sintonizzati su TGM per ulteriori aggiornamenti!

 

Commenti

Altre info su Antonino Geloso

Originariamente comandante e referente presso il grande impero del Signore Galattico Freezer, nel Marzo 1990 prende parte ad una campagna militare sul Pianeta Namek dall'esito disastroso che lo costringe a ritirarsi a vita privata sul pianeta Terra, dove intraprenderà dei modesti studi umanistici con l'aspirazione di diventare insegnante. Nel tempo libero si diletta tra diversi titoli videoludici, tra cui figurano League of Legends, Pokémon, Hearthstone e Grindr.

Controlla anche

Dota Preseason Weekend tra novità e competizione

Weekend ricco di eventi in questa sessione all’interno della preseason di Dota 2. Un fine …