Home / FPS / Seconda settimana della OWL: salvate il soldato Dallas

Seconda settimana della OWL: salvate il soldato Dallas

Quel penultimo posto, con 4 sconfitte e 0 vittorie, non è proprio ciò che ci saremmo aspettati dai Dallas Fuel dopo otto giorni di campionato. Eppure, al termine della seconda settimana della OWL, l’ex team EnVyUs ancora non sembra avere la forza di rialzarsi. La squadra Texana è rimasta a bocca asciutta ancora una volta, e non vanta alcun punto in classifica. Gli unici a egualiare questo triste record sono i rappresentanti cinesi, gli Shangai Dragons, il cui manager si è persino scusato coi fan.
Vuoi per la sfortuna di aver incontrato già 3 delle squadre più in forma del campionato, vuoi per problemi interni al team (ultimo dei quali la sospensione per il resto dello Stage 1 di xQc per una battuta infelice su Muma durante il suo streaming su Twitch), Mickie e compagni parrebbero aver perso la carica che li ha contraddistinti fino a questo punto e che permise loro di primeggiare su alcuni dei più importanti palchi internazionali. Il tempo per recuperare c’è tutto, ma in un panorama così competitivo come quello della nuova Lega è sempre meglio non rimanere in coda al gruppo troppo a lungo.

Chi invece non sembra soffrire di cali di forma sono le 3 formazioni al vertice – Dynasty, Excelsior e Spitfire – che continuano a dominare la Overwatch League di giorno in giorno, di set in set. A crollare sotto il loro fuoco sono addirittura gli ultimi “eroi d’Occidente”, i Los Angeles Valiant, che rimediano ben 2 confitte (nonostante le ottime prestazioni) e precipitano così a metà classifica insieme ai cugini Gladiators, agli Outlaws, ai Shock e ai Fusion. Seconda settimana della OWL in ripresa, invece, per i Florida Mayhem i quali, con la loro prima vittoria per 4-0 contro i Dragons, rompono finalmente il ghiaccio e agguantano gli Uprising a quota 3 punti.

seconda settimana della owl

Un esordio da manuale

La Lega Blizzard continua a macinare successi, tentando di sbriciolare quel residuo di scetticismo che aleggia ancora sulla sua testa.
L’esordio su Twitch è stato stellare e ha raggiunto e superato persino quello dell’NA LCS, che ha registrato un picco di 350 mila spettatori concorrenti durante il big match iniziale tra Liquid e TSM. Qualcuno addirittura specula già su una possibile correlazione tra il boom di ascolti della prima settimana di incontri e il calo di traffico registrato da YouPorn in concomitanza con la partita tra Shock e Valiant!

Una cosa però è sicura. I consensi verso la Overwatch League sembrano aumentare, agevolando gli accordi tra gli organizzatori e gli sponsor. Tra i nuovi arrivati spicca infatti Toyota, che si affianca così alle due big endemiche Intel e HP. La casa automobilistica vorrebbe portare ai fan dei nuovi contenuti dal “dietro le quinte” e nuove integrazioni alle dirette streaming, segno che la febbre OWL, a due settimana dal debutto ufficiale, è tutt’altro che passata.

Le partite torneranno sui nostri schermi a partire dal 25 gennaio (in streaming sul sito ufficiale) quando, all’una di notte italiana, i London Spitfire si scontreranno con i San Francisco Shock.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Russia

Twitch bannato in Russia

La Russia ha avviato una politica di controllo dei vari social media. Dopo il blocco …