Home / Esport / Il 2017 in dollari: ecco i montepremi (e i giocatori) più ricchi dell’anno

Il 2017 in dollari: ecco i montepremi (e i giocatori) più ricchi dell’anno

È sempre difficile cercare di stabilire chi sia l’atleta o il giocatore più bravo della stagione. I fattori da considerare sono così tanti e diversi tra loro che, comunque la si rigiri, il risultato sembrerà sempre sminuirne alcuni ingiustamente.
C’è però un metro di paragone oggettivo che, nonostante non indichi l’effettivo valore dei singoli professionisti o dei team, dà un’idea chiara di quali siano stati i risultati ottenuti durante la stagione. Stiamo parlando dei montepremi guadagnati (o messi in palio) durante l’anno che, proprio nel 2017, hanno toccato nuove vette e consacrato sempre più l’esport come un settore incredibilmente redditizio ad alti livelli.
Quanti dollari avranno guadagnato le migliori squadre nelle competizioni internazionali? E quale sarà stato il Paese più ricco di tutti?

Cifre da capogiro

La classifica dei Paesi è la prima a riservare qualche piccola sorpresa.
Il primo posto infatti va alla Cina che, con 971 giocatori schierati nei vari titoli, ha guadagnato la bellezza di $ 15.660.931,54. Medaglia d’argento per gli Stati Uniti che, con 2754 giocatori, ha totalizzato una somma di $ 14.552.861,46. Gradino più basso del podio invece per la Corea del Sud che, nonostante gli innumerevoli successi guadagnati da molti dei suoi 874 giocatori, porta in patria “solamente” $ 11.890.182,06.
Al di sotto, nell’ordine, le europee Danimarca, Germania e Svezia con più di 4 milioni di dollari di montepremi vinti.

A donare le soddisfazioni più grandi ai portafogli dei professionisti è stato, naturalmente, Dota 2. Per gli 884 giocatori impegnati nelle 148 competizioni del MOBA Valve è stata messa in palio la cifra astronomica di $ 37.977.710,28. Gran parte di essi (quasi 20 milioni) è stata distribuita ad agosto in occasione dell’ultima edizione dell’International.
Al secondo posto della classifica troviamo CS:GO che, in 876 tornei, ha attirato la bellezza di 4730 giocatori con una cifra di $ 19.151.387,38.

dollari
I campioni del PGL Major Kraków 2017 di CS:GO, che ha messo in palio 1 milione di dollari – foto di Gambit Gaming

Terzo posto per l’esport più famoso al mondo, League of Legends. I 115 eventi del MOBA made in Riot Games hanno messo sul piatto $ 11.825.576,79 attirando a sé 1438 giocatori da tutto il mondo.
Dopo di loro, altri 4 titoli hanno distribuito più di 3 milioni di dollari ciascuno in questo 2017: nell’ordine troviamo CoD: IW, Overwatch, StarCraft II ed Hearthstone.

I nuovi record

Non deve sorprendere che le prime 29 posizioni della classifica siano occupate da giocatori di Dota 2. L’esport dei record ha fatto parlare di sé, ancora una volta, grazie a The International. Il tedesco Kuro ‘KuroKy’ Takhasomi, classe 1992, è diventato ufficialmente il giocatore che ha guadagnato di più grazie alle sole competizioni (quindi senza contare lo stipendio elargito dalla società) nella storia degli sport elettronici. Mettere le mani sull’Aegis of Champions di quest’anno ha portato nelle tasche del capitano del Team Liquid la fetta più grande dei 2.436.667,40 dollari – il 70% del montepremi totale guadagnato durante la sua carriera in 80 tornei disputati dal 2008 ad oggi.

dollari
KuroKy e il suo team dopo la finale dell’International 2017 – foto di Team Liquid

Dietro di lui, senza sorprese, i suoi compagni di squadra: Miracle (2.421.478,03 dollari), MinD_ContRoL (2.421.478.03 dollari), GH (2.421.167,40 dollari) e Matumbaman (2.416.667,40 dollari).
Bisogna invece scorrere fino al 30° posto per trovare il primo giocatore di StarCraft II, il sud coreano TY, con 374.008,54 dollari.

Per quanto riguarda i team, 20 squadre in tutto hanno messo le mani su più di 1 milione di dollari di prize pool durante l’arco del 2017. I Liquid, con 235 tornei disputati (tra cui, appunto, The International), hanno guadagnato un montepremi complessivo di $ 13.379.717,06. Seguono i Newbee, con $ 4.842.129,35 in 36 eventi, e gli LDG Gaming, con $ 4.777.479,15  in 22 tornei.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Russia

Twitch bannato in Russia

La Russia ha avviato una politica di controllo dei vari social media. Dopo il blocco …