Home / MOBA / League of Legends / NA LCS del 2018 – Ecco i 10 team partecipanti

NA LCS del 2018 – Ecco i 10 team partecipanti

Ieri sono stati annunciati i team che sono stati ufficialmente ammessi alla prossima stagione delle NA LCS del 2018, con qualche rifiuto amaro e con qualche cambio di roster sorprendente.

 

Nuovi sfidanti…

Quest’anno sono state ammesse un paio di squadre che non erano mai state viste alle NA LCS (o addirittura su League of Legends in generale), e molte di queste già con un roster di tutto rispetto. Vediamole un pochino nel dettaglio:

Golden Guardians: vengono da un franchise di NBA, quello dei Golden State Warriors, tra i più grandi e rinomati del settore, puntando a estendersi con analogo successo anche sui videogiochi competitivi (con tutti questi team NBA, ci vorrà poco a far ammettere League of Legends alle Olimpiadi! nda).

– 100 Thieves: un altro team collegato ad un franchise dell’NBA, ovvero ai Cleveland Cavaliers, e tra l’altro arcirivali nell’ambito sportivo con i Golden State Warriors. Ce ne saranno delle belle quando i Golden Guardians ed i 100 Thieves si affronteranno sul palco delle LCS. Questi ultimi hanno aggiunto al loro roster niente meno che il midlaner Yoo “Ryu” Sang-wook, uno dei migliori talenti che la Corea abbia generato.

– OpTic Gaming: una delle org che ha avuto più successo al di fuori di League of Legends (particolarmente negli FPS), con un’esperienza ciclopica in ambiente esportivo. Nonostante la poca esperienza sul MOBA targato Riot, sicuramente non faticherà sul fronte popolarità, dato che la sua fanbase – chiamata “Green Wall” (letteralmente “muro verde”) – è una delle più solide e fedeli nel mondo videoludico. Gli OpTic vanteranno nel loro roster un’acquisto per nulla trascurabile: il jungler Matthew “Akaadian” Higginbotham, precedentemente degli Echo Fox.

– Clutch Gaming: armati di statistiche alla mano, gli Houston Rocket (altro team NBA) hanno provato ad accaparrarsi fin dall’inizio alcune delle migliori promesse di League of Legends, grazie a un’intensa attività di scouting nelle tier elo più alte della ladder e nel circuito internazionale. Si attendono tuttavia le conferme sul loro roster definitivo.

 

…e vecchie conoscenze

Insieme alle nuove “reclute, nelle NA LCS del 2018 ritroveremo anche alcune delle vecchie glorie:

– Senza alcuna sorpresa, ritroviamo i Counter Logic Gaming. I CLG sono senza dubbio una delle organizzazioni con il miglior curriculum in assoluto, non solo per quanto riguarda la regione nord americana, ma anche per la storia stessa di LoL.

– Sarebbe stato un delitto escludere i Cloud 9, il team nordamericano che è arrivato più a fondo all’ultimo World Championship. La squadra è lontana dall’essere perfetta, ma la presenza di Sneaky e Jensen è sufficiente a renderla tra le più temibili per la nuova stagione competitiva.

– I Liquid tornano alla carica armati di di ben 4 giocatori precedentemente nel roster degli Immortals (i quali non sono stati invece riconfermati per il 2018):  Jake “Xmithie” Puchero, Andy “AnDa” Hoang, Eugene “Pobelter” Park and Cody “Cody Sun” Sun. Non solo; dalla loro quest’anno ci sarà, secondo indiscrezioni, niente meno che Yiliang “Doublelift” Peng.

– I Team Solo Mid arriveranno alle prossime NA LCS dopo il cambio di roster più imprevedibile in assoluto: l’acquisizione della temutissima ex-botlane dei G2 Esports, formata da Alfonso “Mithy” Aguirre Rodriguez e da Jesper “Zven” Svenningsen. Il duo delle meraviglie è stato senza dubbio uno dei più costanti e solidi d’Europa e permetterà ai TSM di apportare modifiche alla propria formazione senza perdere troppo in fatto di sinergia.

– I FlyQuest, comparsi già dall’inizio del 2017 tra i rookie delle NA LCS, avranno un roster di tutto rispetto: dalla loro ci saranno, infatti, Daerek “Lemonnation” Hart, Jason “Wildturtle” Tran e Maria “Sakuya” Creveling (che ricorderete meglio come Remilia).

– Gli Echo Fox sono entrati nella lega americana con un motto preciso: “i pro gamer sono atleti professionisti”. Attraverso l’utilizzo di tecniche tradizionali e non, la squadra ha investito molto nel proprio roster ed è pronta a dire la sua nella prossima regular season.

 

 

Commenti

Altre info su Antonino Geloso

Originariamente comandante e referente presso il grande impero del Signore Galattico Freezer, nel Marzo 1990 prende parte ad una campagna militare sul Pianeta Namek dall'esito disastroso che lo costringe a ritirarsi a vita privata sul pianeta Terra, dove intraprenderà dei modesti studi umanistici con l'aspirazione di diventare insegnante. Nel tempo libero si diletta tra diversi titoli videoludici, tra cui figurano League of Legends, Pokémon, Hearthstone e Grindr.

Controlla anche

DreamHack Summer 2018

DreamHack Summer 2018 – Dall’Hearthstone grand Prix al MSB

Esattamente come nelle sue edizioni passate (l’ultima in ordine di tempo è stata quella di …