Home / MOBA / Dota 2 / I Virtus.pro vincono ESL One Hamburg 2017

I Virtus.pro vincono ESL One Hamburg 2017

Dopo la sua tappa negli Stati Uniti a settembre, Dota 2 torna in Europa. Nell’ultimo fine settimana del mese di ottobre la Barclaycard Arena ha ospitato lo ESL ONE Hamburg 2017. Davanti ad uno stadio colmo fino all’orlo, i Virtus.pro hanno ancora una volta rubato la luce dei riflettori. Grazie ad una performance stellare, la squadra ha portato a casa la metà del montepremi complessivo di 1 milione di dollari.

Una vittoria da mezzo milione di dollari

Raggiunto il torneo tramite il CIS qualifier, i Virtus.pro si sono dimostrati da subito ostici. Con un punteggio di 2-0, Solo e compagni si sono portati in testa al gruppo B, performance egualiata esclusivamente dal Team Secret. E sono stati proprio questi ultimi a far loro da antagonisti sul palco delle Gran Final grazie la vittoria in rimonta contro il Team Liquid per 2-1. La vittoria dei Virtus.pro per 2-1 sui Newbee ha fatto sì che entrambe le squadre raggiungessero la fase conclusiva del torneo perdendo in tutto solo 2 game.

A offrire il suo contributo alla cerimonia di apertura è stato il famoso artista “TheFatRat” che si è esibito di fronte alla folla in festa.
Nella prima partita i Virtus.pro si sono fatti subito sotto e hanno ottenuto un discreto vantaggio. I giocatori del Team Secret, dal canto loro, hanno fatto di tutto per tenere aperta la partita. Nonostante tutti i loro sforzi, la partita si è conclusa al 42° minuto con la convincente vittoria dei VP. Dopo un altro fantastico draft, la seconda partita è volta di nuovo a favore dei Virtus.pro, nonostante questa volta sia stato il Team Secret a trovare la prima uccisione su No[o]one con una rotazione mid di ben 4 giocatori. Nonostante tutto, ancora una volta la partita è andata lentamente ma inesorabilmente in favore dei Virtus.pro, che riescono a vincere la serie e diventare campioni di ESL One Hamburg 2017.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

MAD Lions

Matrimonio in vista tra Real Madrid e MAD Lions

Le società calcistiche, giorno dopo giorno, si avvicino sempre più al mondo videoludico competitivo a …