Home / MOBA / League of Legends / I Fnatic conquistano il terzo posto alle EU LCS. Polemica degli H2K

I Fnatic conquistano il terzo posto alle EU LCS. Polemica degli H2K

I Fnatic hanno sconfitto gli H2K in un match molto arduo e sofferto (5 partite durate quasi tutte più di 30 minuti), conquistando il terzo posto alle EU LCS. Poco prima della performance, sul sito ufficiale H2K era apparsa una lettera indirizzata a Riot Games:

Punti salienti della lettera degli H2K

…we consider it irrational to continue in a partnership where our partner earns very substantial annual profits while, by contrast, we incur annual losses of over €1,000,000. The financial arrangement between RIOT and the teams is unfortunately backward and upside down. The fact is that most League of Legends teams lose money. Operating costs continue to increase dramatically and RIOT’s team compensation only covers a small fraction of those costs. In essence, team losses are subsidizing the marketing activities of a multi-billion dollar company. (…)

(…) Accordingly, H2K ownership has made the decision that we will no longer financially subsidize RIOT and will not continue in the EU LCS beyond the 2017 season UNLESS RIOT creates a new financial and operating structure. RIOT must provide the EU LCS teams with the realistic opportunity to earn through subsidies and revenue sharing, minimum compensation of at least €850,000 per year. (…)

-Richard Lippe, Board Co Chairman H2K
-Susan Tully, CEO H2K

(Se foste interessati potrete trovare la lettera completa cliccando qui.)

 

Riassumendo: gli H2K stanno perdendo molti soldi, e ritengono che la colpa sia principalmente delle politiche finanziarie di Riot Games (che al contrario, sta avendo enormi introiti). Inoltre, i piani alti degli H2K affermano con tutta tranquillità che la maggior parte dei team delle LCS sia nella stessa situazione.

La lettera si conclude annunciando l’imminente trasferta della squadra alle NA LCS, a meno che Riot non rinnovi la sua struttura finanziaria.

Una polemica ricorrente

Nel 2016 Andy “Reginald” Dinh, il proprietario del Team Solo Mid, accese una violenta polemica sul sistema di revenue sharing di Riot Games.

Non è la prima volta che arrivano lamentele simili dai proprietari dei team, e spesso dure risposte del presidente Riot Games, Marc “Tryndamere” Merrill, non sono tardate ad arrivare. In ogni caso pare innegabile che il sistema di revenue sharing di Riot Games faccia storcere il naso a molti.

Siamo tutti curiosi di leggere una risposta di Riot Games, sperando si riesca a risolvere la situazione. In ogni caso, non perdetevi la finale delle EU LCS di stasera, mi raccomando!

Commenti

Altre info su Antonino Geloso

Originariamente comandante e referente presso il grande impero del Signore Galattico Freezer, nel Marzo 1990 prende parte ad una campagna militare sul Pianeta Namek dall'esito disastroso che lo costringe a ritirarsi a vita privata sul pianeta Terra, dove intraprenderà dei modesti studi umanistici con l'aspirazione di diventare insegnante. Nel tempo libero si diletta tra diversi titoli videoludici, tra cui figurano League of Legends, Pokémon, Hearthstone e Grindr.

Controlla anche

Dota Preseason Weekend tra novità e competizione

Weekend ricco di eventi in questa sessione all’interno della preseason di Dota 2. Un fine …