Home / FPS / Overwatch League già nei guai con il conflitto di interessi

Overwatch League già nei guai con il conflitto di interessi

A sole 24 ore di distanza dall’annuncio delle prime 7 squadre della Overwatch League, spunta anche un primo potenziale conflitto di interessi.

La notizia riguarda lo slot all’interno del torneo venduto al team di Shangai, in possesso della compagnia NetEase. Quest’ultima non sarebbe altro che la stessa società proprietaria dei server e distributrice dei giochi Activision Blizzard nel Paese, nonché organizzatrice di eventi regionali.

Una situazione torbida

La decisione da parte della casa sviluppatrice di permettere a NetEase di avere un team dentro la Overwatch League ha fatto ovviamente sorgere più di un dubbio sulla trasparenza delle operazioni e su futuri problemi di imparzialità.

Le due compagnie sono in affari dal 2008, da quando portarono la piattaforma Battle.net in Cina insieme ai titoli World of Warcraft e StarCraft II. Il loro accordo fu rinnovato nel 2016 per altri 4 anni ed esteso anche a Diablo III, Hearthstone, Heroes of the Storm e lo stesso Overwatch.

Blizzard non ha per ora soddisfatto le richieste della stampa e non ha fornito dichiarazioni in merito. La situazione tuttavia è da chiarire il prima possibile. Il nome della Overwatch League rischia di macchiarsi ancor prima del suo debutto.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Russia

Twitch bannato in Russia

La Russia ha avviato una politica di controllo dei vari social media. Dopo il blocco …