Home / MOBA / Heroes of the Storm / I Fnatic vincono l’HGC Mid-Season Brawl 2017

I Fnatic vincono l’HGC Mid-Season Brawl 2017

Anno domini: Fnatic

Prima di iniziare ad entrare nel vivo dell’Heroes of the Storm Global Championship 2017 Mid-Season Brawl è necessario rendere i dovuti omaggi ad una squadra che nel 2017 ha aperto un vero e proprio ciclo vincente.

I Fnatic hanno migliorato il proprio gioco e la propria intelligenza tattica e strategica partita dopo partita fino al raggiungimento del primo posto assoluto nel torneo organizzato da Blizzard ed inserito all’interno del contesto del Dreamhack Summer 2017 di Jönköping in Svezia.

I primi 6 mesi del 2017 per la formazione dei Fnatic di Heroes of the Storm non possono che definirsi assolutamente perfetti. Nonostante la sconfitta in finale contro il Team Dignitas a Katowice, in occasione dell’HGC Western Clash 2017 dello scorso marzo, la formazione britannico/svedese è rimasta sempre sulla cresta dell’onda riuscendo portarsi a casa numerose partite importanti e spiccando in solidità e forza di gioco.

I Fnatic erano riusciti a qualificarsi per l’HGC Mid-Season Brawl 2017 grazie alla vittoria della Europe Pro League che li aveva visti primeggiare sulle altre squadre con un risultato straordinario di 13-1 nel rapporto tra vittorie e sconfitte.

Dopo questa breve introduzione entriamo ora nel vivo dell’HGC Mid-Season Brawl 2017!

Risultati inaspettati e spettacolo garantito: i gironi

La fase a gironi dell’HGC Mid-Season Brawl 2017 ci ha regalato delle sorprese davvero inaspettate.

Nel gruppo A ottima prestazione da parte della formazione degli MVP Black, che sono riusciti a vincere un girone per nulla scontato mettendo dietro i Fnatic usciti sconfitti nello scontro diretto. Sempre nel gruppo A da segnalare la straordinaria prestazione della formazione australiana dei Nomia che è riuscita a qualificarsi per i playoffs superando i cinesi del Super Perfect Team ed i DeadlyKittens grazie ad un gioco pressoché perfetto e divertente.

Nel gruppo B clamorosa vittoria per la formazione cinese degli eStar Gaming che è riuscita a primeggiare nel girone mettendo a rischio eliminazione squadre ben più quotate alla vigilia, come gli L5 ed i Tempo Storm. Ci si poteva sicuramente aspettare qualcosa in più dal Team Dignitas, che lo scorso marzo aveva ben impressionato il pubblico europeo riuscendo a vincere l’HGC Western Clash 2017 di Katowice. Solo terzo posto per gli L5, formazione vincitrice della Pro League coreana nella quale il pubblico aveva riposto tantissime aspettative e speranze dopo il clamoroso 14-0-0 in fase di qualificazione per questo evento.

Playoff da brividi e tante sorprese

La fase eliminatoria dell’Heroes of the storm Global Championship Mid-Season Brawl 2017 ha visto la presenza di un doppio tabellone che prevedeva nella parte alta degli scontri tra le prime e seconde classificate di ogni gironi, mentre nella parte basse un preturno che ha visto sfidarsi i terzi ed i quarti classificati.

In semifinale il Team Dignitas non ha avuto alcun problema a regolare la formazione coreana degli MVP Black con un secco 3-1. Altro risultato ancor più severo è stato il 3 a 0 dei Fnatic sugli eStar Gaming che ha messo definitivamente a tacere le voci su un possibile domino asiatico su questo torneo.

Nel tabellone di recupero invece, facile 3 a 0 degli L5 che sono riusciti a mettere fine ai sogni di gloria dei Nomia. I Roll20 esports a sorpresa sono riusciti a superare i Tempo Storm con un 3-1 brutale che ha condotto la formazione americana semplicemente all’uscita dal torneo. Sempre nel tabellone di recupero, gli L5 si sono distinti mettendo in mostra un ottimo livello di gioco e sconfiggendo dapprima gli eStar Gaming con un pesante 3-0 e poi gli MVP Black in una partita di assoluto livello agonistico che li ha visti vincitori con il risultato di 3-2.

Nella finale del tabellone principale invece sono stati i Fnatic a vincere con un risicato 3-2 sui giocatori del Team Dignitas, costretti a rincorrere dal tabellone di recupero e messi di fronte ai pericolosi L5. Proprio nella finale di quest’ultimo, quando tutto sembrava ormai perduto e la formazione coreana sembrava ad un passo dall’accedere alla Grand Final del torneo, la formazione europea ha dato fondo a tutte le energie rimaste giocando due match incredibili sotto tutti i punti di vista su Cursed Hollow e Sky Temple fissando il tabellino finale – in rimonta – su un clamoroso 3-2.

Chi non muore si rivede: Team Dignitas vs Fnatic – atto II

Abbiamo deciso di pubblicare solo la partita finale di tutta la serie per lasciarvi con la premiazione del Team Fnatic ed i festeggiamenti per la loro vittoria di questo HGC Mid-Season Brawl 2017.

Tuttavia i Fnatic non hanno vinto questo torneo solo grazie a quest’ultimo incontro ma anche e sopratutto a livello mentale, tenendo testa alla formazione del Team Dignitas in più di una occasione, subendone il gioco “frizzante” ma restando sempre attaccati al risultati e tirando la “zampata vincente” al momento giusto.

Per questa ultima partita non vogliamo spoilerarvi nulla ed anzi vi invitiamo a guardare tutti i VOD dell’evento. Non possiamo non ricordare, tuttavia, il risultato di 4-3 in favore della squadra britannico/svedese, che è riuscita nell’impresa di guadagnare da questa vittoria ben 100,000$ e la gloria.

Una vittoria per l’Europa

La vittoria dei Fnatic ha rappresentato per l’Europa la giusta consacrazione per un 2017 partito benissimo e simbolo di grande crescita per tutto il settore videoludico competitivo occidentale.

Dall’altra parte invece l’HGC Mid-Season Brawl 2017 ha messo in evidenza la decadenza del mondo asiatico di Heroes of the Storm. La vecchia scuola coreana sembra infatti essere ormai priva di talenti di rilievo che, appena usciti fuori dai confini nazionali, prendono “botte da orbi” da qualsiasi altra formazione europea o addirittura cinese.

Questo importante torneo ha messo fine alla lotta tra Europa e Corea in favore del continente occidentale. Per i giocatori asiatici si chiude un ciclo di risultati modesti iniziato da fine 2016 e culminato in questi giorni in Svezia con la pessima prestazione delle squadre coreane.

Il motivo di questa apparente differenza di qualità di gioco tra europei e coreani ci è stato spiegato da questi ultimi che in conferenza stampa. Al termine di un incontro hanno dichiarato di “temere le formazioni europee più di ogni altre e che il divario tecnico con le formazioni del vecchio continente è maturato a causa di una mancanza generale di stimoli e motivazioni e dal fatto che non ci siano investimenti da parte di sponsor per le squadre di Heroes of the Storm”.

Sembrerebbe dunque una dichiarazione di resa da parte delle squadre coreane che sembrano aver lasciato lo scettro di elitè internazionale alle avversarie europee. I prossimi eventi ci permetteranno di capire meglio la situazione, ma senza un cambio di rotta deciso da parte dell’intero settore coreano di Heroes of the Storm il divario rischierà di diventare realmente incolmabile.

Commenti

Altre info su Leonardo Vilona

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha collaborato con molte realtà nel mondo degli eSports come amministratore e redattore, prima di approdare su The Games Machine Esports. Il suo sogno è quello di diventare giornalista. Il suo obiettivo è quello di dare un'informazione videoludica competitiva a 360°, The Games Machine Esports rappresenta per lui una grande opportunità!

Controlla anche

Artifact: il nuovo gioco di carte di casa Valve inaugura il suo sito ufficiale

Oggi è stato inaugurato il nuovo sito di Artifact, il GCC di casa Valve che …