Home / FPS / Finali PG – Un weekend di esport a teatro

Finali PG – Un weekend di esport a teatro

Weekend di fuoco, quello appena trascorso, per l’esport italiano: Personal Gamer ha regalato a tutti i fan 3 giorni di grandi tornei portando le proprie Finali PG al Teatro Principe di Milano

A darsi battaglia sul palco sono stati tantissimi giocatori, provenienti dai rispettivi circuiti di Overwatch, Rocket League e Call of Duty.

Finali PG - Immagine di Personal Gamer
Finali PG al Teatro Principe di Milano – Immagine di Personal Gamer

Le 3 finali

Venerdì è stato il turno della OPC (Overwatch Premier Circuit), che ha visto trionfare i One Trick Ponies nella finalissima contro i TeS Aristocats.

La squadra – composta da Edoardo ‘Carnifex‘ Badolato, Lorenzo ‘Midna‘ Nulli, Michele ‘Miki‘ Marsan,  Massimiliano ‘Lollaro‘ Condoluci, Jonathan ‘Hinu‘ Ozan e Mattia ‘Fighter‘ Cassai – ha iniziato il match con un punto di vantaggio, essendo arrivata alla fine del torneo dal winner bracket. Le due partite disputate sono state accesissime, ma i TeS non sono riusciti a contenere gli avversari, finendo per perdere Hollywood per 2-1 e Lijiang Tower per 3-0.

Gli OTP conquistano così la coppa della OPC di Personal Gamer e 1200 euro in palio per il primo posto. I due team si rincontreranno a settembre sul palco della Milan Games Week per l’ultimo e decisivo scontro del circuito.

Sabato si sono invece disputati i match dell’RLCP (Premier Circuit di Rocket League), vinto dagli iDomina eSports Creepex con un secco 4-0 contro i Miscelators. La squadra, capitanata da ‘Faber92‘ è arrivata imbattuta all’ultimo match, dimostrandosi pressoché impeccabile e costante per tutta la durata del torneo. Per loro un primo premio da 600 euro.

Domenica, ultimo giorno delle Finali PG, è stato invece il turno del 3° stage del CPC (CoD Premier Circuit). Nonostante l’ottima prestazione dei Banter Team Prestige in Hardpoint, il team EnD Gaming Focus ha conquistato la vittoria per 3-2, dopo un cammino trionfante nel winner bracket.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

siti di scommesse

Valve potrebbe bandire i siti di scommesse dalle sponsorizzazioni di Dota 2

I 18 team qualificati al The International 2018 sono già pronti ai nastri di partenza. …