Home / Sport / FIFA / Il Romics 2018 si conclude tra una finale di LoL e un quadrangolare di FIFA

Il Romics 2018 si conclude tra una finale di LoL e un quadrangolare di FIFA

Dal 5 all’8 aprile, il Romics 2018 ha riunito come ogni anno migliaia di appassionati provenienti da tutta Italia. Oltre a fumetti, cosplay e ospiti internazionali, anche l’esport a trovato il suo spazio all’interno della manifestazione.
Sono stati ben 2 gli appuntamenti di rilievo di questa ventitreesima edizione della fiera: le finali di Lega Prima e il quadrangolare eSports Academy Trophy.

Lega Prima – Trionfo OutPlayed

Le finali del Romics 2018 hanno fatto da epilogo alla terza edizione di Lega Prima. Le 14 giornate del campionato GEC di LoL si sono concluse a marzo con 6 squadre qualificate alla fase playoff, arrivate poi a 4 con l’eliminazione degli EasyFix co-HOP e del Team Qlash Academy nei quarti.

La prima delle semifinali, disputata live sul palco della fiera capitolina, è stata quella tra Team Forge e inFerno eSports. La squadra cagliaritana ha trovato abbastanza agilmente la via per il Gran Finale, con un secco 3-0. A seguirli sulla strada verso primo posto sono stati gli OutPlayed WaR, vincitori della seconda semifinale contro gli iDomina Esports con un altro 3-0.

L’ultima Best of 5 del campionato è stata, dunque, un rematch dello scontro conclusivo dei PG Nationals Predator. Tuttavia a portare a casa il trofeo, questa volta, non sono stati i campioni in carica.
Nonostante l’ottimo inizio dei 4G, passati subito in vantaggio col primo game, Brizz e compagni non si sono lasciati scoraggiare. I successivi 3 incontri sono terminati in favore degli OutPlayed, se pur con qualche difficoltà.
Il 3-1 finale ha così consacrato gli OP come nuovi re della Lega Prima, mettendo al contempo la parola fine alla lunga winning streak del Team Forge.

Il toplaner Oromë, che già si era ben distinto durante le finali di Milano, è stato insignito inoltre del titolo di MPV.

eSports Academy Trophy

La giornata di domenica al Romics 2018 non è stata solamente all’insegna di League of Legends. Un quadrangolare di FIFA 18 molto particolare ha infatti intrattenuto il pubblico della fiera già dalla mattina.

A giocarsi la medaglia d’oro dell’eSports Academy Trophy sono stati Girolamo “Goldenyboy” Giordano (Cagliari Calcio), Matteo “RiberaRibell” Ribera (Empoli FC), Mattia “Lonewolf92” Guarracino (UC Sampdoria) ed Elia “Ruggio” Rugini (AC Perugia).

A trionfare in questa competizione è stato Guarracino. Il blucerchiato ha chiuso il girone eliminatorio al primo posto con due vittorie e un pareggio. Il giocatore si è poi confrontato con Rugini nella prima delle semifinali, portando a casa l’incontro con un buon 5-3.
Dall’altra parte, Giordano e Ribera si sono sfidati per il secondo pass alla finale. A spuntarla è stato il rappresentante dell’Empoli, con un risicato 2-1.

Il Gran Finale tra Lonewolf92 e RiberaRibell è stato decisamente a senso unico: un 8-1 che ha permesso al portacolori della Sampdoria di aggiudicarsi i 500 euro in palio per il primo classificato.
Medaglia di bronzo, infine, per Goldenboy, il quale è riuscito a strappare un 4-3 a Ruggio nella finalina per il 3° posto tra Cagliari e Perugia.

 

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Gaming Campus

Gaming Campus apre una scuola di esport insieme al Team Vitality

Il successo ottenuto dall’esport ha creato parallelamente anche tanti progetti legati al mondo scolastico e …