Home / Interviste / Voci dal ring – Intervista a Blackbeard

Voci dal ring – Intervista a Blackbeard

Attraverso Voci dal Ring abbiamo sempre cercato di conoscere più da vicino la community dei fighting game, in particolare quella di Tekken. Naturalmente, nonostante in questi mesi siano stati il nostro focus particolare, i giocatori italiani non sono i soli a competere ad alto livello nella scena internazionale, europea e mondiale.
Alla Milan Games Week, dopo lo showmatch organizzato alla ESL Arena che ha visto impegnato anche Ghirlanda, abbiamo avuto il piacere di fare due chiacchiere (e più di una risata!) con un veterano come Adnan “Blackbeard” Zaman. Con molta ironia, il danese ci ha fatto scoprire un po’ di più su cosa significhi continuare a girare il mondo per competere nell’esport quando si è un uomo barbuto sulla trentina con un lavoro, una moglie e ben 3 figli!

Il peso dell’esperienza

TGM esports: Da quanto tempo giochi a Tekken?
Blackbeard: Da sempre. Però, competitivamente parlando, ho iniziato da Tekken 5: Dark Resurrection.

TGM esports: Qual è il tuo personaggio preferito della saga?
Blackbeard: Oh, il mio preferito è Bruce! Per questo motivo quest’anno, dato che lui è assente, ho puntato su Josie, che è simile. Il problema più grosso è la sua personalità. Lei piange ogni volta, mentre Bruce è un ”vero uomo” [ride]… Quando Tekken 7 è stato rilasciato e ho visto il suo trailer di Josie ho pianto per giorni!

TGM esports: Che ne pensi delle differenze tra il moveset di Bruce e Josie?
Blackbeard: Quindi… Bruce giocava praticamente tutto sul range, con le sue lunghe gambe e i counter utilizzabili da distanza. Josie è meglio negli scontri ravvicinati. Sebbene non sia ancora al livello di altri personaggi compensa le sue carenze con un ottimo mixup, molto migliore di quello di Bruce. Mi piacciono parecchio anche i cambiamenti fatti a Josie nella stagione 2. Hanno deciso di fare un nerf a una sola mossa, potenziandone invece 4 o 5… è decisamente più forte ora. Penso ora come ora sia un personaggio leggermente superiore alla media, poco sotto il tier A.

TGM esports: Parlami anche un po’ di Shaheen. Lui, invece, come mai ti piace?
Blackbeard: Beh, per la barba, naturalmente!
Scherzi a parte, mi piacciono i personaggi con mix-up e lui ha ha ottimi 50/50; le sue juggle sono divertenti e in generale fa molto danno. Mi piace giocare con lui anche perchè ha un po’ di buon poke veloce, cosa che invece manca a Josie. Con lui, così come con Katarina, posso prendere una pausa dal playstyle di Josie, dato che con lei sono costretto a giocare da lontano ogni volta.

TGM esports: Da poco abbiamo visto il ritorno di Lei e Anna e tra poco arriverà anche Neagan. Chi ti piacerebbe veder tornare con i prossimi DLC?
Blackbeard: Vorrei dire Bruce, ma so che non accadrà perché c’è Josie. Sarebbe bello rivedere Armor King e non è detto che non possa accadere anche se King ha preso alcune delle sue mosse. D’altronde hanno usato due slot per Kuma e Panda, quindi tutto può succedere! Mi piacerebbe rivedere anche Marduk, che ha un po’ lo stesso ”problema” viste alcune mosse in comune con Gigas. Personalmente non penso che per lui ci possano essere problemi. Penso che Julia potrebbe tornare, anche se non mi piace perché è fastidiosa.

TGM esports: Quindi non ti piacerebbe se il prossimo personaggio fosse Alex? O Gon?
Blackbeard: Alex? No! Perché Ghirlanda sarebbe ancora più forte. [ride] Alex era davvero un personaggio forte, e noioso da combattere. Senza dubbio uno dei più peculiari, pieno di trucchi come mosse di King… Gon è un’eccezione, lui può tornare. Voglio la scoreggia just frame, la perfetta strategia per tenere a bada il proprio avversario.

TGM esports: C’è qualche personaggio (o avversario) contro cui non ti piace giocare?
Blackbeard: Ok, per esempio, Danielmado! Lui è molto difficile per me, perché hanno buffato il suo main, Jin. Prima potevo lanciare tutti i suoi colpi bassi, ma ora non posso più. Quindi ha lui il vantaggio ora. Un altro personaggio difficile è Eddy, che può punire i miei bassi, così come Kazuya. Entrambi hanno delle ottime combo contro di me e sono match-up piuttosto difficili.

TGM esports: Chi pensi che sia il miglior giocatore in Italia in questo momento?
Blackbeard: Ovviamente al momento in Europa sta vincendo Tissuemon, ma ho sentito che Danielmado lo sta battendo di tanto in tanto. D’altronde (anche se non si direbbe) Tissuemon è un essere umano, non un robot. Può avere anche lui le sue giornate negative e penso che se continuerà così l’anno prossimo Danielmado potrebbe superarlo.

TGM esports: Pensi già al futuro?
Blackbeard: Eh sì. Io ho 31 anni, sono “vecchio”, lui ne ha 10 di meno. Ora come ora posso già vedere chi nella scena di Tekken diventerà veramente bravo in futuro. Danielmado è tra questi, assieme ad alcuni giocatori britannici come Gosain, che ha addirittura 19 anni. Tutti loro tra qualche anno domineranno la scena competitiva.

TGM esports: Ora che hai 31 anni, pensi che il passare del tempo stia iniziando a incidere sulle tue prestazioni?
Blackbeard: Sicuramente. I miei riflessi non sono più gli stessi. Potevo rompere qualsiasi presa prima, ora non riesco più. Su Tekken 6 ero famoso per avere un whiff punish davvero forte, ogni mossa mancata. Ora non riesco più a farlo nello stesso modo. Nonostante questo penso che con la mia esperienza io possa riuscire a star dietro ai più giovani in qualche modo. Non in modo consistente, ma posso farlo spingendo me stesso al limite. Per esempio, ora non posso più sedermi casualmente e giocare, devo concentrarmi, dormire e mangiare con regolarità, se sono stanco non riesco. Si può compensare la carenza di riflessi, ma devo essere in condizioni perfette.
Pensa, in Europa prima i tornei duravano una sola giornata invece di due, si iniziava la mattina alle 10 e si finiva all’alba del giorno dopo. Ora non potrei mai fare orari del genere, all’una di notte mi viene già sonno!

TGM esports: Quante ore spendi in pratica ogni giorno?
Blackbeard: Prima giocavo tantissimo. Ora sono un uomo sposato, ho tre figli, di cui due molto piccoli. A volte devo sacrificare qualche ora di sonno, metto i bimbi a letto alle nove di sera e faccio un po’ di pratica e streaming, magari dalle 21 a mezzanotte, e poi vado a letto. A volte, dato che amo Tekken così tanto, si fa davvero tardi ed è difficile alzarsi per andare a lavorare… Non mi fa bene, ma adoro giocare!

TGM esports: Pensi che il tempo che passi ad allenarti sia abbastanza?
Blackbeard: No, non lo è. Il mio vantaggio rispetto ai giocatori più giovani è che loro soffrono la pressione quando giocano in streming o in torneo, mentre io ho ormai imparato a controllarla. Con la calma riesco a compensare la loro migliore reattività.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

JONAS NEUBAUER

Effetto Tetris – Due chiacchiere con Jonas Neubauer | Intervista

Esattamente un mese fa, per la rubrica Esport del numero 360 di The Games Machine …