Home / Esport / Nexus Arabia 2019: Qlash Egitto fuori dai giochi
Qlash Egitto

Nexus Arabia 2019: Qlash Egitto fuori dai giochi

Tre settimane fa Riot Games ha annunciato una nuova competizione di League of Legends chiamata Nexus.
La rassegna, con montepremi intorno ai 850.000$, avrà una fase finale che si disputerà in Arabia Saudita in questo weekend.
Evento che rappresenta una grossa vetrina per la scena mediorientale e della penisola araba,la quale, tra ingenti investimenti in team e strutture, sta diventando una delle aree esportive a maggior sviluppo.
Tra i team presenti alle qualifiche regionali, vi erano anche i Qlash Egitto, costola africana dei Qlash Forge
I rossoturchese, seppur sconfitti nella finale del Levant Qualifier dai Nasr Esports, ottengono la possibilità di partecipare alla fase finale del Nexus.
Una possibilità spazzata via da promesse non mantenute da parte delle autorità locali.

Prima il servizio di leva.

I Qlash Egitto non potranno partecipare a tali finali per via del rifiuto da parte del Ministero dello Sport, Università e Gioventù locale di concedere un permesso ministeriale.
Rifiuto dovuto, in via principale, al mancato esercizio del servizio di leva da parte di alcuni dei componenti del team.
Una decisione che ha portato i Qlash Egitto a rinunciare alla competizione per via dei tempi che impediscono di poter effettuare cambi.
Amaro il commento di Alessandro “Sekuar” Sesani, coach del team egiziano, il quale pubblica su Twitter alcuni post in cui non lascia trasparire la delusione per tali eventi.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Last Tower

Red Bull Factions Last Tower: Le tre finaliste

The Last Tower, l’ultima possibilità per alcuni team di accedere ai due posti rimanenti per …