Home / Approfondimenti / LoL World 2020 # 16: Retrocessioni, conferme e campioni
World 2020 # 16

LoL World 2020 # 16: Retrocessioni, conferme e campioni

Il LoL World 2020 # 16 rappresenta una pagina ricca per il competitivo di League of Legends con tanti avvenimenti accaduti nelle varie regioni.
Un viaggio iniziato in Corea del Sud dove si è disputato, per l’ultima volta, i playoff/playout per la prossima sessione delle LCK.
In questo contesto arriva la parola fine all’agonia targata Griffin dopo gli scandali che hanno investito la formazione nella scorsa stagione.
L’addio di molte pedine fondamentali del roster e il vuoto di potere hanno portato gli ex vice campioni coreani a ricoprire il ruolo di fanalino di coda.
Evento che ha condotto Ucal e soci a giocarsi l’ultima possibilità di restare nella massima competizione nazionale.

L’ultima spiaggia dei Griffin si trasforma in una retrocessione senza combattere, due sconfitte per 2-0 contro SandBox e Dynamics che sanciscono la retrocessione nelle Challenge Korea.
Per una formazione che retrocede, il posto libero viene occupato da una new entry che risponde al nome del team Dynamics.
La formazione guidata da Kuzan batte sia i Griffin che l’altra formazione di Challenge ossia i Seorabol Gaming col punteggio di 2-0.
Affermazioni nette che spalancano le porte della Serie A per la prima formazione alla formazione gialloblu.

L’ultimo posto disponibile per la sessione estiva delle LCK viene riconfermato dagli SandBox, i quali sconfiggono gli Seorabol per 3-0.

La prima volta

Dalla Corea si spostiamo nella vicina Cina dove, per il titolo primaverile delle LPL, si assiste ad una finale inedita rispetto alle previsioni.
A combattere per il titolo vi sono gli JD Gaming ed i Top Esports, formazioni che hanno già mostrano la loro forza durante la stagione regolare.
Entrambe arrivano all’ultimo atto della competizione battendo in modo esemplare le vere favorite alla vittoria ossia Invictus Gaming e Fun Plus Pnoenix.

Una finale dove l’uguaglianza delle forze messe in campo dai due roster porta ad una conclusione coincisa con il quinto e decisivo set.
Un tiebreak durato poco meno di trenta minuti in cui a spezzare tale equilibrio sono stati i JD Gaming con il decisivo scontro al drago oceanico.
La conquista di quest’ultimo da parte dei JD ha dato l’imput per l’azione decisiva conclusa con la tripla di LoKen e la doppia di Yagao.
Una carneficina che chiude qualsiasi velietà di vittoria per i Top e apre le porte dell’olimpo nazionale ai JD.
Affermazione doppia per il loro jungler, Kanavi, il quale conquista anche il titolo di MVP del campionato.
Una grossa rivincita per il coreano viste le disavventure che ha subito all’interno del Griffingate.

Gli altri campioni

Il LoL World 2020 # 16 fornisce il nominativo di altre tre team che conquistano l’alloro nazionale o continentale.
Stiamo parlando dei Talon Esports, i quali vincono la prima edizione delle Pacific Championship Series.
Il nuovo campionato, nato dalla fusione delle LMS (Taiwan-Hong Kong-Macao) ed LST (Sud Est Asiatico escluso il Vietnam) si è concluso con lo scontro tra la formazione di Hong Kong e i Machi Esports.
Una sfida che, come visto all’interno delle LPL, conclusa solo al quinto set dove i Talon impongono il loro ritmo di gioco sin dalle prime fasi.
Un 13-3 finale senza possibilità d’appello che regala ai biancorossi il primo alloro di questo nuovo torneo.

Altro nome iscritto nell’ambo d’oro di un campionato è quello dei DetonatioN Focus Me che continuano nella loro dinastia di vittorie nazionali.
Sesto titolo giapponese per Yutapon e soci, assoluti dominatori delle LJL, il massimo campionato nazionale.
A cadere sotto i colpi dei DetonatioN sono Sangoku Gaming, sconfitti in finale col punteggio di 3-1.

Il viaggio in questo LoL World 2020 #16 si conclude in America Latina con la sfida tra Isurus e All Knights, valido per il titolo Apertura delle LLA.
Il canovaccio del quinto set si è ripetuto anche in queste latitudini dove  il punto di svolta della serie è arrivato attorno al ventesimo minuto
La conquista del drago infernale da parte dei Knights permette ai cavalieri di avviare le operazioni per la conquista della landa.
Folate offensive che scavalcano un solco tra le due formazioni, diventato poi incolmabile in modo tale da non permettere il recupero degli Isurus.
Tutto ciò si trasforma in un 10-4 di set e un 3-2 finale che permette alla formazione cilena il primo successo assoluto.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

World 2020 #38

LoL World 2020 #38: Money, money, money

Sabato 31 Ottobre, Suning Gaming e Damwon Gaming si sfideranno per il titolo di campione …